| 1 Giugno 2014 | sarà per me IRONMAN 70.3!

Sono passati ormai mesi dal fatidico click, dal giorno che decisi di iscrivermi al 70.3 di Pescara. IRONMAN, una parola che evoca grandi imprese sportive, un traguardo che tanti sognano ma che in pochi portano a termine. Un mondo, quello del triathlon, che sta diventando sempre più popolare, con una diffusione a macchia d’olio, che sta spostando l’attenzione dal podismo e dalle discipline sportive definite “classiche”. Un triathlon 70.3 prevede una prima frazione di nuoto di 1.9 km, seguita dalla frazione in bici su un percorso di 90 km, per finire poi con la frazione di corsa di 21, 0975 (una mezza maratona). 

Non ho mai partecipato ad un triathlon, questa sarà per me la prima volta. Molti mi hanno consigliato di provare prima con qualche sprint o con un olimpico. Non credo lo farò. Questo per me sarà una sorta di “test”, voglio mettermi alla prova, voglio capire fino a dove il mio fisico e la mia mente possono arrivare. La preparazione e gli allenamenti a volte sono duri e non sempre si ha voglia di uscire a correre o buttarsi in vasca.

La frazione del nuoto è quella che in realtà mi preoccupa meno, quella nella quale mi sento un po’ più sicuro. Lo sforzo, rispetto alle altre due discipline, sarà “limitato” a una quarantina di minuti, gestibilissimi, sono già nella testa e nelle braccia.

La bici è invece il mio tallone d’achille, e sto tentando di accumulare più km possibili senza distruggermi completamente. Faccio spesso combinati, correndo in pausa pranzo e sfruttando la sera per la piscina o qualche uscita in bici intorno ai 50-60 km. Ho provato, in una sorta di test, ad allungare fino a 100km in bici con un dislivello di 1.200 metri. Il recupero non sempre è veloce e istantaneo, e il mio fisico non è ancora completamente abituato a questi ritmi.

La tensione sale, manca solo un mese e i giochi sono quasi fatti.

Domenica 4 Maggio sarò a Verona per la Wings for Life e secondo il “calcolatore” presente nel sito dovrei riuscire a percorrere una distanza di circa 31 km. Non so se li farò tutti, non so come andrà. La partenza è fissata per mezzogiorno, un orario che potrebbe risultare ostico in caso di una giornata particolarmente calda.

Ancora 15 giorni di carico poi farò le due settimane di avvicinamento in relativo relax, cercando di piazzare qualche allenamento di qualità per mantenere la forma, senza affaticarmi troppo. Voglio arrivare fresco, lucido, e godermi al meglio la gara. 

Sarà la mia “impresa” per quest’anno, e poi chi lo sa, potrei ripensare ad una Maratona, magari nei mesi invernali, per capire se c’è spazio e voglia di un eventuale IRONMAN (uno intero questa volta) nel 2015.

Il countdown è partito, ancora 30 giorni per sapere se taglierò il traguardo della mia sfida sportiva più importante. Stay tuned!

Segui le mie attività su:

• STRAVA

Nike+

FaceBook

Twitter

Instagram

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 Comment

  1. Pingback: runlikeneverbefore