5 preziosi consigli (più uno) per correre in inverno

Correre in inverno? Non solo è possibile, ma se fatto nel modo giusto può anche essere molto divertente ed efficace.

L’inverno non sarà più una scusa per andare in letargo, ma con gli strumenti giusti per allenarsi diventerà l’occasione giusta per migliorare e diventare un runner ancora più forte.

Ecco allora qualche semplice consiglio per non perdere il ritmo e continuare a correre.

RISCALDAMENTO

In inverno bisogna fare più attenzione alla fase di riscaldamento, in modo tale da preparare i muscoli allo sforzo. Prima di partire è importante essere idratati nel modo adeguato assumendo la giusta quantità di sali minerali (sodio, potassio, magnesio e calcio). 600 ml di liquidi o di una bevanda sportiva, consumati 2 ore prima dell’inizio della vostra uscita, sono quanto necessario. E i muscoli? Si può iniziare anche quando siamo ancora in casa con un paio di posizioni yoga o qualche esercizio a corpo libero. Fate attenzione a non sudare troppo prima di uscire. Quando siete pronti uscite!

NO AI CRAMPI!

Come sapete la perdita di sali attraverso la sudorazione, insieme ad altri fattori, può essere causa di crampi. Anche in inverno quindi è molto importante alimentarsi in modo adeguato e di assumere bevande adatte a reintegrare i liquidi e i sali che si perdono attraverso la sudorazione. Soprattutto nella settimana che precede una gara, cambiate le vostre abitudini, bevendo almeno un bicchiere di acqua in più al giorno.

STRATI

Anche se fa molto freddo dopo qualche minuto di corsa la temperatura inizia a diventare molto meno rigida. L’ideale è indossare capi in tessuto tecnico a contatto con la pelle, un capo in misto lana come strato intermedio e un gilet sottile e resistente all’acqua come livello più esterno. Cercate di trovare il vostro “microclima”. In caso di eccessiva sudorazione ricordate di reintegrare i liquidi persi con una bevanda isotonica. Se correte di sera la sicurezza è importante, per questo è fondamentale indossare abbigliamento catarifrangente. Fatevi notare e se possibile evitate di indossare capi scuri o neri. Colorato è bello!

PIOGGIA

In inverno non fa solo il freddo, ma spesso ci si mette anche la pioggia. Munitevi di una giacca in materiale idrorepellente che sia allo stesso tempo leggera e traspirante, e magari di un paio di scarpe in grado di reggere le intemperie.

CAMBIARSI IN FRETTA E REINTEGRARE

Dopo aver corso e sudato, in inverno è necessario cambiarsi subito dopo l’allenamento. La temperatura corporea cala repentinamente alla fine dello sforzo, e avere abiti bagnati a contatto con la pelle darebbe letteralmente i brividi. Una volta giunti a casa, per un veloce recupero, è importante reidratarsi nuovamente e consumare un pasto che sia possibilmente un mix fra carboidrati e proteine. Diversi studi hanno dimostrato infatti che per un’ora e mezza circa dal termine della prestazione l’assorbimento degli alimenti è notevolmente facilitato.

NIENTE EROI

Correre inseguiti da una tromba d’aria o farsi affiancare dai lampi rischia di essere peggio che saltare un allenamento. Se fuori la furia degli elementi si scatena sarebbe più prudente una sessione di tapis roulant.

footer_RLNB_04_03_final

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Condividi su:
  • 197
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    197
    Shares
  • 197
  •  
  •  
  •  
  •