8 Cose da fare (e non fare) il giorno prima di una gara

Avete lavorato settimane, mesi, per raggiungere il vostro obiettivo. Che sia una 10K, una Mezza Maratona o una Maratona (sì, quelle lunghe 42 km e un paio di centinaia di metri scarsi) non cambia. Il giorno fatidico è arrivato. Ma gli imprevisti sono dietro l’angolo, ed è facile cadere in tentazione provando e testando nuove scarpe o nuovi prodotti (abbigliamento, gel).

Ecco quindi otto consigli su cosa fare (e non fare) il giorno prima di una gara:

1. Controllate i bagagli. Perchè sfidare il Dio dei bagagli? Se la gara è lontana da casa accertatevi di avere messo tutto, ma proprio tutto il necessario. Se dovete volare per raggiungere la destinazione prescelta portate abbigliamento e scarpe da corsa come bagaglio a mano. Perdere la valigia il giorno prima sarebbe una tragedia. Significherebbe dover ricomprare tutto senza aver mai indossato abbigliamento e scarpe. Fate una lista di quello che vi serve e controllate due (o tre) volte di aver portato tutto.

2. In caso di viaggio lungo. Che sia in aereo, treno, piroscafo o Space Shuttle ricordatevi di fare delle pause e di fare un po’ di stretching durante il viaggio, in particolar modo se sarà un lungo viaggio. Camminate per i corridoi e tenete le gambe in movimento per fare in modo di mantenere il flusso di sangue costante. Se riuscite fate una pausa ogni ora, massimo un’ora e mezza.

3. Il ‘problema’ Expo. Fate il possibile per resistere alle tentazioni se visitate il village il giorno prima della gara. Sarà possibile acquistare di tutto. Lasciate a casa carta di credito e bancomat. Ritirate il pettorale e stop. Acquistare una maglietta o delle scarpe per il giorno della gara non è una buona idea. Rischierete fastidiose irritazioni, vesciche e – nel peggiore dei casi – un infortunio.  Niente esperimenti con nuovi gel o barrette.

4. Ascoltare i consigli. Il giorno prima della gara incontrerete amici, esperti ed espertoni di ogni genere. Ognuno con il suo personalissimo consiglio da darvi. Non fatevi distrarre e fate quello che avete sempre fatto. Se volete sperimentare avrete tutto il tempo per farlo, dopo la gara, in allenamento e in tutta tranquillità. Non rischiate di buttare una gara solo per aver ascoltato un consiglio da un amico/esperto.

5. Divano. Se potete, fatene un uso moderato il giorno prima della gara. In alternativa fate un brevissimo allenamento di 20 minuti, di bassa intensità, con qualche allungo finale per sciogliere le gambe. Scaricherete un po’ di tensione – anche mentale – e vi sentirete più preparati e rilassati per la gara.

6. Turista? Quando si viaggia in città mai visitate prima la tentazione di fare il turista è forte. Ma passare troppo tempo sulle gambe e sui piedi potrebbe minacciare il risultato finale della vostra gara. Fate il necessario e non camminate troppo o finirete per passare la sera prima della gara con mal di piedi e di caviglie. Piuttosto tornate un giorno dopo e visitate la città il lunedì, con tutta calma. La passeggiata del giorno dopo è sempre salutare!

7. Idratarsi troppo. Bevete la quantità d’acqua necessaria al vostro organismo e non esagerate con i liquidi. Se pensate che bere quattro litri d’acqua il giorno prima vi consentirà di non fermarvi ai ristori vi sbagliate. Inoltre, dettaglio non trascurabile, dovrete interrompere il sonno (più volte) per andare in bagno. Non sarà una notte tranquilla.

8. Carbo-load. Se potete evitate cene e cenoni, soprattutto se a tarda ora. Mangiate un po’ prima del solito e preferite i carboidrati rispetto alle proteine. Un buon piatto di pasta dovrebbe fare al caso vostro. Se riuscite iniziate ad assumere più carboidrati già nella settimana che precede la gara. Non inserite cibi nuovi o ‘invenzioni’ dell’ultim’ora. E ricordate, la festa è per il dopo gara.

Siete pronti a dare il massimo nella vostra prossima gara? Ready, set, TomTom!

Sponsored by TomTom Italia

tomtom-logo_tcm166-3340211

Running_maratona

Condividi su:
  • 317
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    317
    Shares
  • 317
  •  
  •  
  •  
  •