Blind Runners Project: da Brescia a New York

Mancano davvero pochi giorni alla Maratona di New York. Ma c’è una storia che vale la pena raccontare.

È la storia di Mattia, Vladimiro, Massimo, Giordano che insieme a Gigi, Marco, Sandra e Piera la correranno insieme.

Beh, tutto normale direte voi. Non proprio. Infatti questo non è semplicemente un gruppo di amici che sta per realizzare un sogno, ma un progetto più ampio nato due anni fa quando alcuni runners Bresciani e alcuni ragazzi non vedenti hanno dato vita a Blind Runners Project per ritrovarsi a correre una volta a settimana per le strade di Brescia e condividere la passione per la corsa.

Da quel giorno di strada ne è stata fatta (letteralmente) tanta. Nato per gioco questo progetto ha creato un gruppo di amici molto unito che cominciando da una corsa settimanale di 8 km (prendendo parte alla corsa del Giovedì di Corri per Brescia) si è posto nuovi obiettivi e sfide fino a coronare il sogno di partecipare alla maratona di New York.

Settembre e Ottobre sono stati due mesi di allenamenti duri e molto faticosi sopratutto per le due ragazze che se da un lato sono più inesperte dall’altro hanno dimostrato un’incredibile determinazione.

E c’è stato anche qualche acciacco. Piera ad esempio non è al massimo della forma per un inguine dolorante mentre Vladimiro ha saltato molti allenamenti per un problema al ginocchio ma il gruppo non vede l’ora di partire per godersi ogni singolo istante di questo viaggio e coronare il piccolo  (grande) sogno che per alcuni fino a pochi mesi era inimmaginabile.

L’obiettivo principale di tutto il gruppo è quello di finire nel migliore dei modi la maratona, con il sorriso, godendosela dal primo all’ultimo kilometro.

Ma mentre Piera e Sandra sono alla loro prima maratona, Marco e Luigi sono invece alla loro seconda (dopo avere partecipato alla maratona di Milano ad Aprile 2017) e hanno l’obiettivo di migliorare quanto fatto in precedenza, in particolare Marco vorrebbe chiuderla sotto le 4 ore mentre Luigi potrebbe sorprendersi e sorprenderci.

Ma il gruppo in realtà è ancora più numeroso. Quelli citati infatti in questo articolo sono i ragazzi in partenza per New York. Le persone che lo compongono in realtà sono 30, tra guide e disabili visivi.

Il gruppo chiaramente è aperto a chiunque voglia farne parte. Cosa serve per partecipare? Semplicemente energia, positività e determinazione, la stessa che questi amici mettono ogni giorno in quello che fanno.

Corsa dopo corsa, fino al grande traguardo, la Maratona di New York. Ancora pochi giorni, e al ritorno chi lo sa, si partirà con nuove idee e progetti!

PER TUTTE LE INFO:

sandra.inve@gmail.com – responsabile U.C.I Brescia (Unione italiana cechi Brescia) una dei non vedenti a correre New York.

mattiadibeo@libero.it – Mattia Di Beo che ha seguito il progetto New York

Condividi su:
  • 438
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    438
    Shares
  • 438
  •  
  •  
  •  
  •