Ecco la nuova collezione PUMA x STAMPD

STAMPD LA, fondato nel 2009 da Chris Stamp, un influencer avanguardista molto noto nella West Coast, è considerato un brand di lusso contemporaneo, caratterizzato dall’utilizzo di dettagli e materiali di altissima qualità e un design essenziale che non snatura i diktat del mondo street ma li rende adatti per l’utilizzo quotidiano.

La prima collaborazione tra lo SportsBrand e StampD è pervasa dalla visione e dalla creatività unica di Stamp mescolate alle competenze tecniche di PUMA. La collezione, unicamente maschile, è ispirata al mondo del running performance ed è stata realizzata per essere indossata ogni giorno, non solo per sport ma per esprimere la propria personalità con stile.

La collezione di sneakers PUMA x STAMPD incarna perfettamente la natura ultramoderna di questa inedita collaborazione che unisce lo sportswear classico alla moderna cultura urbana dando vita a nuovi modelli innovativi.

STAMPD infatti ha scelto di lavorare sulle silhouette iconiche di PUMA come quella della Trinomic Disc Blaze, alla quale ha sostituito la famosa chiusura a disco ampliando l’estensione della tomaia in pregiato e morbido nubuck, creando una nuova sneakers, la TRINOMIC SOCK x STAMPD.

Le proposte del primo Drop della collezione Apparel PUMA x STAMPD sono una raccolta di pezzi classici ed essenziali dello streetwear, come tshirt, felpe e pants, rivisitati da Stamp con materiali di alta qualità, un design minimale e una palette colori uniforme.

Tra i cult della collezione spiccano la Stampd Baseball Tee – la tshirt in tessuto tecnico ispirata al design di quelle indossate dai giocatori di baseball americani – la Stampd Crew Sweat – felpa oversize con dettagli tecnici – e lo Stampd Nylon Vest – gilet ispirato ai giubbotti anti proiettile indossati dalla polizia americana con fodera in nylon.

La collezione PUMA x STAMPD sarà disponibile in selezionati Store a partire da sabato 18 Luglio.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.puma.com

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •