Garmin vívoactive 4 e Garmin vívoactive 4S: il benessere quotidiano al polso!

A Berlino, in occasione della fiera internazionale dell’elettronica IFA 2019, Garmin presenta i nuovi vívoactive 4 e vívoactive 4S, gli ultimi arrivati della celebre famiglia di smartwatch dedicati a chi ama stare in forma e avere un orologio smart che lo accompagni nella quotidianità e nella pratica sportiva.

Due dispositivi dal look pulito, caratterizzato da una corona con due pulsati, impreziositi da uno schermo touchscreen sempre acceso incastonato in una cassa da 40mm (per il vívoactive 4S) e da 45mm (per il vívoactive 4).

I nuovi vívoactive 4 e vívoactive 4S sono un vero e proprio biglietto da visita.

Chi indossa uno dei nuovi GPS smartwatch di Garmin è sicuramente una persona attiva: ciclismo, running, palestra, nuoto.

Poco importa quali siano le discipline praticate, l’importante è che la propria passione sia protagonista in ogni momento della propria giornata.

I Garmin vívoactive 4 integrano infatti più di 20 profili di attività sportive e dispongono di oltre 40 allenamenti animati di cui viene mostrata la corretta esecuzione direttamente sul display.

A questo si aggiungono i piani di allenamento precaricati, i training disponibili per il download sul portale Garmin ConnectT e la possibilità di creare i propri allenamenti personalizzati, scegliendo gli esercizi da una lista completa di workout o decidendo ripetizioni e tempi di attesa come una vera e propria scheda di allenamento.

Da non dimenticare la funzione Garmin Coach, tramite cui gli utenti avranno la possibilità di prepararsi per portare a termine con successo competizioni sulle distanze dei 5 km, 10 km e della mezza maratona grazie ai piani di coach professionisti.

Indossando vívoactive 4 o vívoactive 4S si avrà sempre con sé il proprio “personal trainer”.

E in tema di sicurezza, la funzione Incident Detection permette il riconoscimento e rilevamento in caso di incidente durante l’attività sportiva e l’invio in tempo reale, se lo smartwatch è connesso al proprio smartphone, di un messaggio di allarme con la posizione in cui ci si trova a dei contatti preselezionati.

I piani di allenamento disponibili sui nuovi vívoactive 4 non solo si adattano in base alle prestazioni degli utenti, ma anche a seconda della carica di energia del corpo, calcolata grazie alla funzione Body Battery, che integra i dati raccolti dal rilevatore di stress, dall’HRV (le variazioni del battito cardiaco), dalla qualità del sonno e dell’ultima attività svolta.

Tutti questi fattori determinano la quantificazione del dato relativo alla propria riserva energetica, che verrà mostrata sul display: se il valore è alto significa che è il momento giusto per allenarsi, altrimenti è consigliato riposarsi.

Durante il riposo, tuttavia, i nuovi vívoactive 4 e vívoactive 4S non si fermano; grazie al monitoraggio avanzato dei parametri fisiologici, sono in grado di stimare le fasi di sonno e tengono traccia del numero di respiri al minuto.

Da non dimenticare le funzioni più smart. Il display è personalizzabile nelle interfacce, nei widget e negli sfondi con la possibilità anche di caricare le proprie foto come sfondo attraverso l’app Face-ItTM.

Utilizzando cuffie Bluetooth compatibili di terze parti (vendute separatamente), è possibile ascoltare direttamente da vívoactive 4 e vívoactive 4S i propri brani preferiti, precedentemente caricati sullo strumento, o ascoltare le canzoni offerte dai servizi di streaming musicale quali Spotify, Deezer e Amazon Music.

vívoactive 4 (con cassa da 45mm) dispone di una batteria con autonomia fino a 8 giorni in modalità smartwatch e fino a 6 ore in modalità GPS con musica attiva.

 Con vívoactive 4S (con cassa da 40 mm) l’autonomia della batteria raggiunge i 7 giorni in modalità smartwatch e fino 5 ore in modalità GPS con musica accesa.

I nuovi Garmin vívoactive 4 e vívoactive 4S sono disponibili nei migliori punti vendita da settembre ad un prezzo consigliato al pubblico a partire da 279,99 euro.

Per informazioni: www.garmin.com/it-IT

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •