Garmin vivosmart: la recensione di RunLikeNeverBefore (spoiler: è una droga!)

Garmin vívosmart. In una parola una droga. Una volta che sarà al vostro polso non potrete più farne a meno. Perchè sì, ci sono le fitness band e ci sono gli smartwatch, e il vívosmart è riuscito nell’impresa di racchiudere il meglio dei due mondi in un unico dispositivo.

Con 169 euro, questo bracciale fa tutto quello che vi aspettate da una fitness band: contapassi, conteggio delle calorie, distanza percorsa e misurazione della qualità del sonno. Ma non è tutto. Ha anche una parte smartwatch: notifiche in tempo reale per email, messaggi, chiamate in arrivo, Twitter e Facebook. Controllo della musica sul vostro telefono. Il tutto grazie alla connessione bluetooth smart e al bellissimo – e discreto – display OLED.

Anche se ha tutte le caratteristiche di uno smartwatch, il vívosmart non sembra appartenere a questa categoria di prodotto. Molti potrebbero dire che è solo un braccialetto per il fitness, uno come tanti.

Il design a mio parere è bellissimo, minimalista. Quando il display è spento (si attiva con un doppio tap) è invisibile, e la forma curva, senza interruzioni, avvolge il polso alla perfezione.

La chiusura avviene tramite una fibbia in metallo – con logo Garmin – che si inserisce nei buchi presenti sul bracciale. Ampiamente regolabile quindi, e waterproof. Sì, potrete anche indossarlo in piscina, visto che è impermeabile fino a 50m di prodondità. L’unica accortezza – in questi casi – è di fissare la chiusura con l’apposita clip presente nella confezione, che impedisce al bracciale di sganciarsi accidentalmente.

E poi la batteria. Secondo Garmin dura fino a una settimana senza necessità di essere ricaricato. E questo dato è piuttosto verosimile. Anche con tutte le notifiche e l’utilizzo per la rilevazione della qualità del sonno, il vívosmart dura davvero nel tempo, e dopo tre giorni l’indicatore di batteria è ancora a metà.

Le informazioni sul display inoltre, come accade con i moderni smarphones, si possono scorrere come se fossero diverse pagine, grazie a un leggero “swipe” con le dita. Tantissime le schermate disponibili. Si parte da data e ora, per passare ai passi effettuati nella giornata, le notifiche, il controllo della musica, i km percorsi, e l’obiettivo giornaliero (che potrete impostare di volta in volta o lasciare che Garmin stabilisca per voi l’obiettivo “ideale” giornaliero). È anche possibile abbinare il dispositivo ad una fascia cardio compatibile o a un sensore di cadenza ANT+ per le vostre uscite in bici.

Inoltre, tenendo premuto il dito sul display, si potrà accedere ad un secondo menù che include la possibilità di iniziare un’attività, che si potrà poi catalogare su garmin connect, insieme ad una seri di opzioni come l’abbinamento bluetooth, il tasto per la sincronizzazione con il telefono, regolazione della luminosità del display, e un’icona a forma di mezza luna che utilizzerete quando andrete a letto per segnalare al vívosmart l’inizio della vostra “sessione” di sonno.

Una novità interessante, che troverete scorrendo tra le schermate, è la “Move bar”, una linea che, a distanza di tempi prefissati, si riempie e appare sullo schermo dopo un lungo periodo di inattività. Dopo quarantacinque minuti di inattività – ad esempio – il vostro vívosmart vi segnalerà, grazie ad una leggera vibrazione, che è tempo di muoversi! Una feature davvero divertente, e per niente noiosa, che aiuterà i più pigri a muoversi di più nel corso della giornata.

Tutta la gestione del vívosmart è affidata al sito garmin connect o all’app (disponibile per Android e iOS), grazie alla quale potrete personalizzare il vívosmart e indicare, ad esempio, se volete impostare la sveglia giornaliera, il vostro obiettivo, o quali tra le tantissime schermate volete visualizzare sul display. Sicuramente sito e app sono migliorabili, sia nella gestione dei dispositivi che nell’aspetto grafico.

CONCLUSIONI

Per concludere, se cercate una fitness band che abbia anche le funzioni di uno smartwatch, il Garmin vívosmart è quello che fa per voi. È elegante, discreto, poco invadente e completamente personalizzabile.

Utilizzabile praticamente ovunque, giorno e notte, terrà traccia di tutti i vostri movimenti e delle vostre attività, sonno compreso. Basterà caricarlo almeno una volta nell’arco della settimana e il gioco è fatto.

Unica pecca è rappresentata dall’app, che potrebbe essere più intuitiva e migliorabile, così come il nuovo Garmin Connect, che, dopo il rinnovamento di interfaccia, fa storcere il naso a diversi (tanti) utenti.

Una cosa è certa: quando inizierete ad utilizzarlo non potrete più farne a meno. È una droga!

[youtube_sc url=”https://www.youtube.com/watch?v=8e005BdTR70″ width=”720″ autohide=”1″]

Garmin vívosmart - La Scheda

8.8

Qualità dei materiali

9.5/10

Durata Batteria

9.5/10

Personalizzazione

9.0/10

Design

10.0/10

Sito e App

6.0/10

Pros

  • Design
  • Non si scarica mai
  • Move Bar: funziona!
  • Il sistema delle notifiche

Cons

  • Garmin Connect
  • App migliorabile
  • È una droga!
Condividi su:
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •