GORE Running Wear è la linea sviluppata per i runner, testata dagli atleti

Grandi distanze, obiettivi ambiziosi, tanto allenamento e l’euforia di superare i propri limiti sui lunghi percorsi: su strada e sui trail, gli atleti GORE RUNNING WEAR non smettono mai di correre al fianco della loro passione.

Per gare in situazioni estreme e allenamenti in qualsiasi condizione meteorologica, gli atleti hanno bisogno di un abbigliamento da corsa in grado di soddisfare alti standard di qualità e superare rigidi test, il cui feedback è particolarmente importante per permettere ai responsabili del prodotto e ai designer di Gore di continuare a sviluppare ulteriormente i prodotti.

L’attrezzatura GORE RUNNING WEAR è sottoposta a un impiego costante e può capitare che in una settimana di allenamento gli atleti debbano compiere ben 200 chilometri di corsa.

Questo è il caso dell’ultrarunner Florian Neuschwander che, con i suoi baffi inconfondibili e la sua pettinatura anni Settanta, è diventato una vera e propria icona sportiva.

Con lui nessuna salita e nessun terreno orizzontale sono al sicuro: l’atleta “tira dritto” sia in montagna che in città.

Nella maratona che si terrà a Parigi il prossimo aprile vuole stabilire un nuovo miglior tempo.

Per l’allenamento, Neuschwander si affida soprattutto ai prodotti della collezione FUSION di GORE RUNNING WEAR: “Il FUSION Tank Top è il mio preferito. Leggerissimo. Comodo. Senza cuciture e indistruttibile. Il top! La giacca FUSION Windstopper Active Shell mi piace molto, perché è così leggera e si piega talmente bene da entrare senza problemi nella tasca dei pantaloni. Perfetta anche per le corse più lunghe e i tour trail in caso di maltempo”.

La linea FUSION è una delle favorite anche dell’ultratrail runner Daniel Jung. Il suo calendario attuale lascia a bocca aperta perfino i colleghi del suo team e include distanze pazzesche comprese tra i 170 km e dislivelli di 10.000 metri: Trans Gran Canaria, Transvulcania, Madeira Island Ultra, Lavaredo Ultra, Eiger Ultra, Südtirol Ultra Skyrace, Ultra Trail Atlas Toubkal e la corsa per eccellenza, l’Ultra Trail du Mont Blanc in Francia.

In occasione della prima corsa del World Trail Tour di Hong Kong, tenutasi all’inizio di gennaio, l’altoatesino ha già avuto modo di salire sul podio.

Nonostante tutto ha deciso di inseguire i suoi ambiziosi obiettivi in maniera rilassata: “Credo che molti atleti si allenino troppo. Io, al contrario, cerco di vedere la corsa anche come una lunga sessione di allenamento. Ma per farlo c’è bisogno dell’attrezzatura giusta, comoda e leggera. Perciò la mia giacca preferita in assoluto è la giacca ONE GORE-TEX ACTIVE RUN con tecnologia SHAKEDRY che, pur essendo quasi impercettibile sulla pelle, è comunque superprotettiva. Per questo la porto sempre con me nei miei allenamenti”.

Anche l’eccezionale talento di Lisa Mehl si è già qualificato tra i migliori atleti dell’Ultra Trail du Mont Blanc di quest’anno.

La sua scelta è ricaduta sulla giacca running ONE LADY GORE-TEX SHAKEDRY, in grado di tornare asciutta con una semplice scrollata.

Inoltre, l’atleta si affida alla collezione funzionale MYTHOS LADY, sviluppata e realizzata in tessuti high-tech per rispondere a diverse condizioni meteorologiche e offrire un’alta visibilità anche in presenza di scarsa illuminazione.

http://www.gore-tex.it/it-it/home

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •