Il prossimo 27 agosto Pegaso sarà ad AquaticRunner con Sprint4Win

Lo swimrun, una nuova disciplina che intreccia una rispettosa connessione tra l’uomo e la natura: gli atleti corrono e nuotano in una sequenza che si ripete fino al traguardo.

Corrono sulla sabbia e sui sentieri e nuotano nelle acque libere del mare, nuotano con indosso le scarpe e corrono, negli ambienti freddi con la muta, portandosi appresso pullbuoy e palette.

Lo swimrun è la nuova dimensione della multidisciplinarietà.

Cogliendo gli aspetti più estremi della disciplina, Pegaso ha deciso di lanciarsi in questo nuovo mondo.

Il rispetto e la collaborazione che l’azienda veronese ha da sempre posto nei confronti della natura è l’ovvia conseguenza di un progetto di cooperazione che il prossimo 27 agosto si tradurrà nella partnership tra Pegaso e AquaticRunner, il campionato italiano di swimrun.

AquaticRunner è stata, nel 2014, la prima gara di swimrun disputata individualmente dagli atleti – la disciplina infatti nasce in Svezia come gara a coppie – ed è stata la prima gara di swimrun svoltasi nelle acque calde dei mari del sud Europa.

Una gara di swimrun half distance che collega Grado a Lignano Sabbiadoro, 25 chilometri da compiere tra le cinque isole che separano i due comuni friulani per un totale di 19,4 chilometri di corsa e 5,6 chilometri di nuoto con 19 transazioni tra acqua e terraferma senza zone di cambio.

Un ambiente spettacolare che è zona protetta a livello europeo dal WWF.

Una competizione durissima: lo swimrun, e in modo ancor più specifico AquaticRunner, richiede una elevata adattabilità alle condizioni ambientali in cui si gareggia e una conseguente consapevolezza della propria condizione fisica.

Una gara che è stata preparata dagli organizzatori in funzione delle maree che scuotono le acque della laguna di Marano, così da poter permettere agli atleti una più agibile corsa lungo i bagno-asciuga delle isole. 

I partecipanti dovranno infatti attraversare, in ordine: Banco de’ Tratauri, Banco D’Orio, Bocca Anfora, l’isola di Sant’Andrea e l’isola Marinetta prima di giungere sul lungomare che porta al traguardo di Lignano.

Il passaggio sulle banchine sarà reso ancora più faticoso a causa delle, probabili, calde temperature che sfiancheranno l’azione degli atleti.

AquaticRunner presenta una start list a numero chiuso: saranno infatti 200 i partenti, selezionati in base al proprio curriculum sportivo o in seguito a gare di qualifica, provenienti da 14 nazioni differenti. Tra di essi anche l’ex campione del mondo Ironman Faris Al-Sultan.

Una ricarica di energia pronta da assumere.

Pegaso sarà così presente a AquaticRunner supportando gli atleti durante lo svolgimento della gara grazie al suo prodotto di punta per l’integrazione durig the race: Sprint4Win.

I punti ristoro saranno posizionati ad ogni uscita dall’acqua per aiutare i partecipanti a portare a termine la loro fatica.

Sprint4Win, grazie al suo testato alto tasso di digeribilità, è il gel ideale in questo tipo di competizione in cui la sequenza di frazioni natatorie può creare notevoli problemi alla digestione.

L’energy liquid gel di Pegaso 100% naturale a base di maltodestrine e destrosio è consigliato anche prima della corsa poiché grazie alla sua caratteristica formula con estratti di rodiola e maca andina garantisce un’azione tonica ed adattogena dai benefici effetti psico-fisici.

Diluibile in acqua e adatto a vegani e celiaci, Sprint4win è disponibile in farmacia ed erboristeria ad un prezzo consigliato al pubblico di 19,30 Euro per il box da sei buste. 

https://www.pegaso.eu/sprint-4-win/