Luca Vanni e i consigli da seguire per gestire il diabete

Lo avete conosciuto nel corso delle ultime settimane. Luca Vanni –  affetto da diabete di tipo 1 – ha affrontato la malattia con spirito guerriero, senza mai arrendersi, cercando invece di spostare i suoi limiti un po’ più in là, gara dopo gara.

Nel suo curriculum sportivo infatti ci sono mezze maratone, maratone e persino distanze come l’IRONMAN. Ma come tutti ha iniziato dalle distanze più brevi, dai 5 km passando per le gare amatoriali che molto spesso animano le domeniche di tantissimi runner.

Insieme a Luca oggi cerchiamo di stilare una lista, una sorta di guida con i consigli da seguire per gestire al meglio il diabete e tenere sotto controllo la glicemia.  Chiaramente il consiglio principale è quello di confrontarsi sempre con il diabetologo e dotarsi di uno strumento in grado di monitorare la glicemia (glucometro).

Luca, come ti regoli con l’alimentazione?

L’alimentazione, come potete immaginare, è uno dei fattori che influenzano maggiormente l’andamento della glicemia. Seguite i consigli di un nutrizionista e del vostro diabetologo, cercando di scegliere cibi con un indice glicemico basso. Quando l’indice glicemico è alto infatti la vostre glicemia salirà più velocemente. Tieni sempre sotto controllo gli zuccheri ed evita i cibi ricchi di grassi. Niente diete fai da te!

Break o spuntini sono concessi?

Evitare i picchi glicemici – verso il basso o verso l’alto – è fondamentale. Non saltare i pasti e se assumi insulina fai qualche spuntino a metà mattina e metà pomeriggio per mantenere stabile la glicemia. Ricorda che puoi integrare con vitamine e minerali, che non influenzeranno l’andamento della glicemia, ma ti daranno il giusto supporto per affrontare al meglio la giornata.

Un consiglio per i fumatori?

Questo consiglio – non serve specificarlo – vale per tutti. Ma se hai il diabete il fumo può essere un fattore di stress non indifferente, che influisce negativamente sul tuo organismo e sui valori della glicemia, aumentando i rischi di malattie cardiovascolari.

Domanda di rito: attività fisica?

L’esercizio fisico offre diversi vantaggi e benefici, a partire dal controllo del peso, fino alla normalizzazione della pressione arteriosa e ossigenazione del sangue. Tutti fattori che influiscono sui livelli del glucosio nel sangue. Consulta il tuo medico e decidi insieme a lui come iniziare, proseguire o aumentare l’intensità dei tuoi allenamenti. E ricorda che il diabete non è un ostacolo quando si tratta di sport.

Bevi molta acqua durante la giornata?

L’acqua è un elemento fondamentale per la sopravvivenza dell’uomo. Se infatti è vero che si può sopravvivere per diversi giorni senza mangiare, vivere senza acqua è davvero impossibile. È stato inoltre dimostrato che chi soffre di diabete può ridurre il rischio di iperglicemia bevendo tanta acqua, eliminando  così il glucosio  attraverso le urine. Non serve esagerare, aggiungi due o tre bicchieri al giorno al tuo normale consumo di acqua. E ricorda, niente bevande zuccherate! Sì invece a una buona tazza di tè (senza zucchero).

Come tieni sotto controllo la glicemia

Eccoci all’ultimo – ma non per questo meno importante – consiglio. Consulta il tuo medico e acquista uno strumento di misurazione della glicemia. Io sono amante della tecnologia e uso un glucometro piuttosto avanzato. Si collega al mio smartphone con una connessione bluetooth e grazie alla app e  al sito dedicato ritrovo tutte le misurazioni in un comodo diario online. E se dovessi averne bisogno posso condividere i dati con i miei familiari o il mio medico di fiducia via mail. 

Termina così il nostro viaggio in sei puntate alla scoperta dello sport e del benessere fisico in collaborazione con OneTouch. 

Senza limiti e senza paura.

Run Like Never Before.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •