Medaglia d’oro per Alex Zanardi alle Paralimpiadi di Rio

Ennesima grande vittoria questa mattina per Alex Zanardi nella prova a cronometro di handbike alle Paralimpiadi di Rio.

Un trionfo costruito grazie ad una strepitosa rimonta nell’ultimo giro sull’australiano Stuart Tripp, rivelazione di giornata, e che alla fine ha visto prevalere l’azzurro di soli 3 secondi, 28:36.81 contro 28:39.55.

L’americano Oscar Sanchez completa il podio con il tempo di 28:51.73. Per Zanardi questo è il terzo oro paralimpico dopo i due di Londra 2012, in attesa di vederlo di nuovo in gara, nei prossimi giorni, nella prova in linea e nella staffetta, dove ha ancora grandi possibilità di medaglia.

Oggi qualcuno dall’alto ha guardato giù ancora una volta e mi ha voluto aiutare ha dichiarato Zanardi al traguardoè stata una gara durissima, sono sorpreso anch’io di me stesso. Una faticaccia incredibile, d’altronde ho lavorato moltissimo per questo traguardo. Ci sono moltissime persone da ringraziare, ma stavolta dedico questa medaglia a Gianmarco Tamberi: un ragazzo giovane ma molto promettente, che stavolta non ha potuto essere a Rio ma che alla prossima Olimpiade vincerà sicuramente una medaglia”.

Un nuovo grande trionfo e una nuova grande gioia, dunque, per Alex Zanardi. Come sempre, le sue sono parole che vanno diritte al cuore di chi le ascolta e che lo caricano d’emozioni; parole che mostrano con estrema semplicità l’animo gentile di questo grande campione.

Zanardi è anche testimonial di Venicemarathon Charity Program, il programma di raccolta fondi legato alla maratona di Venezia.

Il legame tra Alex e la Venicemarathon risale al 2009, edizione nella quale l’ex pilota vinse la sua prima gara da handbiker; una vittoria importante che gli fece da trampolino di lancio per una lunga e straordinaria carriera da ciclista paralimpico.

Fu così che nacque un’amicizia forte e duratura tra gli organizzatori della Maratona di Venezia e il campione, un legame che ha portato Zanardi ad essere presente ad ogni edizione della Venicemarathon, prima come atleta e poi appunto come testimonial del Venicemarathon Charity Program.

Ad oggi il Charity Program ha già superato il tetto dei 20.000 euro di raccolta complessiva. Tra le associazioni aderenti al progetto c’è anche “Bimbingamba Alex Zanardi”, la onlus voluta dal campione per fornire protesi ai bambini che hanno subito amputazioni, malformazioni o incidenti di varia natura e che non possono usufruire dell’assistenza sanitaria.

Chi parteciperà alla Venicemarathon potrà quindi scegliere di correre per aiutare i “bambini di Alex” oppure decidere di aiutare un’altra associazione che fa parte del progetto. La piattaforma di raccolta è quella di Rete del Dono e le donazioni avvengono direttamente sul portale www.retedeldono.it

Lo staff della Venicemarathon si congratula con Alessandro Zanardi per questa nuova strepitosa impresa e lo attende il 22 e 23 ottobre a Venezia in occasione della 31^ Venicemarathon.

Per maggiori informazioni: www.venicemarathon.it

venice-marathon-charity

Condividi su:
  • 421
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    421
    Shares
  • 421
  •  
  •  
  •  
  •