Mezza di Bergamo 2015: tutto pronto per la Terza Edizione

L’organizzazione della Mezza Maratona di Bergamo, nella location della Domus Bergamo, ha dato il via al conto alla rovescia verso la manifestazione di domenica 27 settembre, raccontando gli ultimi dettagli nella conferenza stampa di ieri mattina.

Ad aprire i lavori Giovanni Bettineschi: «Siamo arrivati al terzo anno – racconta il numero uno dell’organizzazione – e abbiamo intenzione di continuare a promuovere la nostra città nel modo migliore, attraverso lo sport, ma anche di continuare a crescere. Con le iscrizioni siamo già a buon punto per pareggiare e superare il risultato della scorsa edizione». L’obiettivo è superare la quota di 1.339 iscritti dello scorso anno, e gli organizzatori sono ottimisti.

Il discorso di Bettineschi tocca poi l’argomento della certificazione ISO, acquisita grazie alla partnership con Eco Race di Luca Lamera, co-organizzatore della maratonina bergamasca, che certifica un’organizzazione della gara puntata alla sostenibilità.

Ma quando si parla del tracciato rinnovato la parola passa al direttore di gara, il quattro volte campione italiano di maratona Migidio Bourifa: «Abbiamo cambiato il percorso per stare più compatti al centro della città – spiega Bourifa – e speriamo che questo significhi essere più vicini al tifo dei nostri concittadini, senza contare che così non toccheremo gli assi interurbani più trafficati». Riguardo alla crescita della gara Bourifa esprime una opinione generale del comitato organizzatore: «Più che crescere a livello numerico ci piacerebbe diventare una gara che contagi per entusiasmo e passione, e che lasci un bel ricordo della giornata sia a chi tifa che a chi viene a correre»

A sottolineare la vicinanza del CONI il presidente provinciale Giuseppe Pezzoli: «Abbiamo chiesto alla Mezza Maratona di Bergamo e agli eventi sportivi a cavallo tra settembre e ottobre di far parte dell’iniziativa ‘Sport contro la violenza di genere’ e il comitato della Mezza di Bergamo ha accettato volentieri di entrare a far parte del circuito e noi ne siamo davvero lieti».

La sfida tra i top runner sarà principalmente su due nazioni, Rwanda e Marocco. A rappresentare il primo paese ci saranno Jean Pierre Mvuyekure, fresco del secondo piazzamento nello scorso week end alla Mezza di Forte dei Marmi, e Jean Marie Uwajeneza Vanney, che settimana scorsa ha trionfato all’Ivrea-Mambrone.

Di origini marocchine, ma ormai italiani di adozione, Abdelhadi Tyar e Ahmed Nasef, rispettivamente primo e secondo classificato alla maratonina di Castel Rozzone di inizio mese. «Noi siamo sportivi e tifiamo il migliore – conclude Bourifa – ma un incitamento particolare lo riserveremo all’enfant du pais Giovanni Gualdi, che sta vivendo una seconda giovinezza atletica».

TUTTE LE INFO SU www.lamezzadibergamo.it

Condividi su:
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •