Nike x Undercover Gyakusou collection

La passione di Jun Takahashi per il running insieme alla sua ossessione per i tessuti si uniscono nella collezione Holiday 2013. Esperto nel combinare i materiali innovativi di Nike, Jun ha realizzato una collezione monocromatica e a blocchi di colore, in tessuti coordinati adatti al running invernale. Le giornate di Jun Takahashi sono scandite da due ossessioni: i tessuti e il running. Per le strade e i parchi di Tokyo fino al suo studio, queste ossessioni occupano corpo e mente, e si esprimono in modo esemplare nella collezione di Nike x Undercover Gyakusou di HO13. Partendo dal concetto del design come strumento per la risoluzione di problemi funzionali, Jun Takahashi ha considerato come gli elementi metereologici e il cambio di stagione possano rendere più dura la corsa. La semplicità del design e i benefit funzionali diventano l’ispirazione del lavoro di Jun Takahashi. 

Come per le collezioni precedenti, la palette di colori rimane neutra, ma non contempla l’utilizzo del nero. Lavora con blocchi di colore complementari che si ispirano alle tonalità urbane e degli ambienti rurali, convivendo in armonia. Questa collezione inoltre segna il debutto di una selezione di capi monocromatici, una novità per la collezione di Gyakusou. Creati attraverso una sovrapposizione di differenti tessuti, questi capi hanno un leggero effetto 3D che evidenzia la loro complessità e costruzione. Sono inoltre pensati per essere indossati a strati, permettendo al runner di personalizzare il suo stile e bilanciare il peso quando necessario. Grazie all’entusiasmo di Jun, il processo di creazione di questa collezione è cominciato con una visita all’ headquarters di Nike a Beaverton, in Oregon. Qui, il Nike Advance Innovation Team ha illustrato a Jun le ultime innovazione e i materiali più futuristici; il team inoltre hanno presentato a Jun lo stato-dell’arte della tecnologia sul running, ovvero il nuovo Nike Aeroloft Vest. 

Da runner professionista sempre alla ricerca di funzionalità, Jun Takahashi è rimasto affascinato dal Nike Aeroloft e ha deciso di testarlo.Passato il test, Jun ha creato una versione del Nike Aeroloft Vest nella collezione Gyakusou. L’unione del nylon in ripstop e l’imbottitura aiutano il runner a rimanere caldo nelle condizioni più rigide. Allo stesso tempo, il tessuto utilizza i movimenti del corpo per attivare la ventilazione, permettendo all’aria calda e umida di uscire fuori attraverso i fori tagliati al laser quanto l’attività fisica diventa più intensa. Il tempo trascorso negli archivi di tessuti di Nike hanno influenzato le scelte di Jun, dando vita ad una collezione la cui estetica è superata solo dall’innovazione tecnologica raggiunta. Riflettendo i progessi di Takahashi nel running – passato da una corsa leggera di 30 minuti ai 10 km corsi regolarmente fino al completamento di numerose maratone – questa collezione è la più tecnica di sempre, sia in termini di estetica che di performance. Jun ha realizzato una collezione Gyakusou, in cui ogni scelta di design è finalizzata ad un funzione specifica nel running.

La Softshell Jacket combina la struttura esterna antivento e antipioggia con l’interno in Dri-Fit Knit per dare calore e il Nike Sphere Dry Brushed Mesh per la traspirabilità. La Lightweight Jacket ha nella leggerezza il suo punto di forza, mentre l’Aeroloft Vest è perfetto per essere combinato con il Dri-FIT Thermal Top, Dri- FIT Long-Sleeve Top, e Dri-FIT Short-Sleeve Top.

Nei bottom, lo Stretch Short è reallizzato in Dri-FIT Taffeta con l’orlo tagliato a laser e una cintura per dare calore, il tutto con fit antiscivolo.

Ci sono anche dei capi firmati Gyakusou, come il Long Tights, il Mixed Long Pants e la Convertible Skirt per la donna, realizzati mixando contenuti più fashion ai tessuti in Dri-FIT.

Accessori invernali, come il Knit Cap, I guanti Thermal Running e il Dri-FIT Neck Warmer, provvedono a dare calore quando richiesto da parte del runner.

La collezione sarà in vendita a partire dal 26 ottobre presso il Nike Stadium Store di Milano, Excelsior Milano e per la prima volta a Roma con il Motel Salieri. 

Condividi su:
  • 21
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    21
    Shares
  • 21
  •  
  •  
  •  
  •