Riparte il Tour Mizuno Run Life

Correre in gruppo e sperimentare i benefici dell’attività sportiva, anche per la prima volta, condividendo le sensazioni e la sicurezza della corsa collettiva.

Questa è la filosofia di Mizuno e del progetto Mizuno Run Life, nato per incoraggiare e spronare chi vuole confrontarsi col mondo della corsa.

E per farlo propone una serie di allenamenti di gruppo – a partire dal 30 marzo 2016 – in 14 città, con appuntamenti serali dedicati a chi vuole iniziare a correre o vuole farlo in compagnia: è sufficiente controllare sul sito www.mizunorunlife.it il negozio specializzato più vicino che ospiterà l’iniziativa, iscriversi (presso il punto vendita prescelto) e trovarsi pronti all’orario indicato.

Il programma è semplice e coinvolgente; dopo l’introduzione e le presentazioni, si parte insieme per una sessione serale di allenamento guidato: riscaldamento stretching, corsa di gruppo ognuno secondo il proprio ritmo, foto di gruppo e stretching finale.

L’iniziativa, completamente gratuita, si appoggia a importanti realtà locali specializzate nella vendita di materiale tecnico per il running e prevede dei gruppi di allenamento con il sostegno di Coach competenti che affiancheranno i partecipanti mettendo a disposizione tutte le loro conoscenze.

Una formula divertente ed efficace, per avvicinare alla corsa anche i meno esperti e i più diffidenti: gli incontri Mizuno Run Life, mettono a disposizione di tutti i neofiti, l’esperienza e i consigli degli esperti Mizuno e vedono anche il sostegno di Abekom sport, azienda specializzata in integratori di origine naturale e dei media specializzati Radiorun e Runner’s World.

Disponibile per tutti i partecipanti, un ricco “kit di partecipazione” in regalo ai primi 500 iscritti: una maglietta tecnica Mizuno, un braccialetto Mizuno Run Life, una sport bag Abekom e una card promozionale. Sarà anche l’occasione per scoprire la nuova Mizuno Synchro MX, calzatura ideale per iniziare a correre.

TUTTE LE INFO SU www.mizunorunlife.it

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •