Sapevate che… per ogni ora passata correndo vivrete sette ore più a lungo?

Ormai le abbiamo sentite tutte, ma proprio tutte. Correre fa bene, anzi no fa male. Fa bene al cuore, no fa male alle articolazioni. A furia di correre ti verrà un infarto, no cosa dici, una corsa ti allunga la vita.

Insomma è stato letto e scritto di tutto. Ma a far chiarezza ci pensa il  National Center for Biotechnology Information (NCBI), ovvero il Centro Nazionale per le Informazioni Biotecnologiche che in uno studio pubblicato a marzo 2017 spiega quali siano i fattori chiave e gli stili di vita che favoriscono la longevità.

Secondo lo studio condotto dai ricercatori “in generale, i runners hanno una riduzione del rischio di morte prematura del 25-40% e vivono approssimativamente 3 anni più a lungo di chi non corre.”

Le ricerche epidemiologiche condotte su vasta scala suggeriscono che i benefici sulla salute sono grandi anche con piccole quantità di corsa.

Ma quanta “vita extra” possiamo guadagnare con la corsa? Secondo quanto emerso pare che grazie alla corsa si possano guadagnare fino a 3 anni di vita.

E cosa ancora più interessante e curiosa, questi benefici sono maggiori per chi inizia a correre in tarda età.

Ma quanto tempo bisogna correre per guadagnare 3 anni di vita? Facciamo l’esempio che riporta lo studio. Per avere un allungamento di 3 anni bisognerebbe correre per 2 ore e mezza alla settimana per 50 anni, passando però 0,74 anni correndo.

La differenza tra il tempo passato correndo e il guadagno di longevità produce come risultato che per ogni ora di running si guadagano 7 ore di vita.

E quando comparato con qualsiasi altra attività fisica il running risulta più efficace di ben due volte e mezzo.

Adesso basta discutere, tutti a correre!

Salva

Salva

Salva

Salva

Condividi su:
  • 527
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    527
    Shares
  • 527
  •  
  •  
  •  
  •