Sono stato al Jungle Raider Park XTreme. E non mi sono mai divertito così tanto!

Arrivare non è stato facile, ma una volta arrivati al Jungle Raider Park XTreme capirete subito che ne è valsa la pena. La scusa è quella di provare i nuovi droni Bebop di Parrot. Un ‘giocattolino’ che ti prende in tempo zero, un sacco di opzioni, comandi e tasti personalizzabili, connessione a tablet e smartphones oppure allo Skycontroller, che permette di radiocomandare il drone per voli fino a 2 km di distanza.

Il Drone Parrot Bebop non è un drone amatoriale come tutti gli altri: processore dual-core Parrot P7 per la potenza di calcolo. Processore grafico quad-core. Memoria flash interna di 8 GB.

Ma la giornata al Jungle Raider Park è anche l’occasione per provare la nuova action-cam TomTom Bandit. La attacco al casco e non penso più a niente, se non a divertirmi.

Carrucole, ponti sospesi, e una sorta di bungee jumping totalmente immersi nella natura, tra boschi e ruscelli. Passiamo circa due ore ad attraversare piccole valli, passando da un versante all’altro delle montagne che ci circondano.

L’emozione sale alle stelle, in particolare quando ci portano alla pedana per il salto nel vuoto. Ci chiediamo tutti perchè mai dovremmo farlo, ma in fondo siamo tutti consapevoli che sarà divertente. Un bel respiro e via, sfrecciando sul cavo d’acciaio.

Ma forse il video vale più di mille parole. Gustatevelo.

[youtube_sc url=”https://www.youtube.com/watch?v=CeFw0m6ztUI” width=”720″ autohide=”1″]

Condividi su:
  • 352
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 352
  •  
  •  
  •  
  •  

2 Comments

  1. Pingback: RunLikeNeverBefore