Stefano Baldini

baldiniDa oggi su Run Like Never Before parte la sezione “Biography”, dedicata agli atleti e atlete che hanno fatto la storia del podismo italiano ed internazionale. Quale migliore atleta poteva inaugurare la nuova sezione se non l’italianissimo e pluripremiato Stefano Baldini.

Stefano Baldini (Castelnovo di Sotto, 25 maggio 1971)

Tra i suoi successi, spicca la vittoria nella Maratona alle Olimpiadi di Atene del 2004, con il tempo di 2 ore 10 minuti e 55 secondi (decimo miglior tempo di sempre ai Giochi olimpici, malgrado un percorso difficile). Proviene da una famiglia numerosa, con 11 figli, esattamente come l’americano d’origine eritrea arrivato secondo dietro a lui ad Atene, Keflezhighi. Con alcuni fratelli ha praticato la corsa lunga (il fratello maggiore Marco vanta 2:16:32 nella maratona). Ha iniziato a correre tra le file dell’ Atletica Guastalla. In seguito, a parte il periodo della leva militare, dove ha vestito la maglia delle Fiamme Oro, ha sempre indossato i colori della “Calcestruzzi Corradini Rubiera”. I proprietari dell’ azienda emiliana (presso la quale Baldini ha lavorato come dipendente fino alla fine del 2001), sponsor del club rubierese, sono i primi tifosi di Stefano e gli conservano tuttora un posto nell’organico della ditta. All’inizio della carriera è stato seguito da Emilio Benati, attualmente è allenato da Luciano Gigliotti (detto Lucio), che portò alla vittoria olimpica anche Gelindo Bordin. È sposato ma separato con Virna De Angeli (ex primatista italiana dei 400 m piani), dalla quale ha avuto Alessia, nata nel giugno 2001. Vive con la famiglia a Rubiera.

Ha iniziato a correre fin da bambino, dedicandosi inizialmente ai 5.000 e 10.000 metri, e passando alla maratona nel 1995. Alto 1,76m per 60 kg, prima di vincere l’oro olimpico ad Atene aveva già preso parte alla maratona delle Olimpiadi di Sydney nel 2000. Ad Atlanta 1996 aveva gareggiato sui 5.000 e 10.000 metri. Ha vinto la maratona ai Campionati europei di Atletica Leggera 2006 a Göteborg, ripetendo il risultato da lui ottenuto nel 1998 nella stessa manifestazione.

Al termine della Maratona alle Olimpiadi di Pechino, che lo vede giungere al traguardo 12° in 2:13:25, l’atleta italiano, all’età di 37 anni, annuncia che quella appena terminata è stata la sua ultima maratona e che ora si dedicherà alle corse su strada.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •