Volete rimanere in forma? Cercate di non commettete questi 5 errori

Mantenersi in forma e cercare di sembrare – ed essere – più giovani è forse l’obiettivo più comune tra chi pratica il running e lo sport (secondo solo a “lo faccio per dimagrire un po’). Ma ci sono degli errori che spesso si commettono e che potrebbero compromettere e interrompere il nostro percorso verso la meta finale. Vediamo quali sono e cosa fare per evitare di commetterli in futuro.

1. Non prendete mai una pausa. Se vi sentite sempre stanchi e con dolori che vi accompagnano costantemente, forse è il caso di fare una pausa, prendersi un giorno (ma anche due) di riposo. Il nostro corpo ha bisogno di tempo per ricostruire e riparare le fibre muscolari danneggiate durante l’allenamento. E più si invecchia più ci vuole tempo. Se a un teenager bastano 18 ore per recuperare, ad un quarantenne, a parità di sforzo, ne servono 36. Anche il sistema immunitario reclamerà e se non prendete una pausa sarà più facile ammalarsi. La soluzione? Prendetevi un giorno intero di pausa, senza fare esercizi e senza stressare ulteriormente il fisico.

2. Fate solo lavori ad alta intensità. Se frequentate la palestra e vi piace fare allenamenti ad alta intensità che coinvolgono tutte le parti del corpo dovete prendere qualche precauzione. Certo, questo tipo di allenamento brucia più calorie in minor tempo, ma ha anche un impatto maggiore sul vostro fisico, al punto di continuare a ‘funzionare’ anche dopo aver finito la sessione. Questo vi espone a un maggior rischio di inofortunio. La soluzione? Se fate attività come CrossFit lasciate passare almeno 48 ore tra un allenamento e quello successivo.

3. La postura. Non solo vi farà sembrere più vecchi, ma una cattiva postura vi porterà più facilmente sulla strada dell’infortunio. Controllate la vostra postura in ufficio, specialmente se lavorate al computer. Le tecnologie e la vita moderna ci portano a stare sempre inclinati in avanti, compromettendo la corretta posizione da mantenere nel resto della giornata. La soluzione? Riportare il baricentro nella sua posizione originaria, con esercizi di stretching e Yoga, da fare almeno due volte a settimana.

4. Da zero a 100. I cambiamenti e le variazioni negli allenamenti devono essere sempre moderati, specialmente quando si è fermi da un po’. Pensare di recuperare qualche giorno di stop con un allenamento fatto ‘a cannone’ è un errore comune che – manco a dirlo – aumenterà il rischio di infortunarsi. Peggio ancora se poi per recuperare assumete farmaci ed antinfiammatori, che non faranno altro che ‘nascondere’ la vostra reale condizione fisica, dandovi l’illusione di star bene e di poter continuare ad allenarvi. La soluzione? Fate sempre un buon riscaldamento di almeno 15-20 minuti ed entrate nella sessione di allenamento gradualmente, cercando di ascoltare il più possibile il vostro corpo. Se non è giornata e se non vi sentite al top inutile spingere.

5. Le scarpe sbagliate. Lo so, è difficile restitere alle offerte e a quelle scarpe che avete visto a un quarto del prezzo di una scarpa da running. Ma il risparmio economico si trasformerà facilmente in un costo che il vostro corpo dovrà sostenere. Una scarpa scadente probabilmente – leggi: sicuramente –  non avrà le caratteristiche biomeccaniche necessarie per sostenere e accompagnare il vostro corpo nei movimenti, portandovi, inconsciamente, ad assumere posizioni sbagliate. Inoltre scegliete la scarpa giusta per il tipo di sport che avete deciso di praticare. Le scarpe da tennis non sono adatte alla corsa e viceversa. La soluzione? La più semplice: andate in un negozio specializzato e fatevi consigliare.

Sponsored by TomTom Italia

tomtom-logo_tcm166-3340211

corsa in palestra

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •