ZombItalian Run – La Corsa Italiana di Fuga dagli Zombie

Dopo il successo dell’edizione 2015 torna la ZombItalian Run, la Corsa di Fuga dagli Zombie. Correre per non essere mangiati, su un percorso di 5km tra boschi, fiumi e laghi permeato di ostacoli naturali e artificiali.

Il 25 giugno 2016 la partenza sarà alle 18,00 e la location sarà quella dei Laghi Curiel di Campogalliano.

Dopo i circa 500 partecipanti dello scorso anno, il 2016 vede già più di 250 iscritti a 3 mesi dalla manifestazione, con un tasso femminile intorno al 50%. La Corsa sarà aperta a tutti, atleti veri ma anche appassionati del genere Horror. Il 2015 aveva visto partecipanti alla tappa Emiliana di tutta la penisola e anche dall’estero.

La giornata è organizzata e ospitata dalla ASD WILD LIFE FOREVER ai più conosciuta come Jonathan EcoCampus, il Campo Avvenutura di Modena, che ha appunto sede ai Laghi Curiel di Campogalliano.

Quest’anno sono già state ufficializzate le prime importanti collaborazioni come quella con Decathlon Italia che premierà la prima Donna e il primo Uomo sopravvissuti all’arrivo.

Perché scappare dagli Zombie?

Perché non unire film, fumetti e videogiochi (passione sedentarie) con lo Sport? – risponde l’organizzazione – C’è sempre bisogno di dare nuovi stimoli alle persone per fare attività motoria. Oltre oceano, grazie alle più famose serie televisive e film, le Zombie Run stanno spopolando e in Italia mancava. ADRENALINA, FANGO E AZIONE.

Lo spirito non è quello di spaventare, ma divertirsi con buona dose di adrenalina, spesso anche per esorcizzare le “cose brutte”; inoltre si “fugge a scopo benefico”, ogni manifestazione, infatti, serve per raccogliere fondi destinati a ONLUS schierate in ambito sociale.

Insomma, un’occasione di Sport fuori dalle righe e goliardica ma con tutti i crismi professionali: ci saranno pettorali per ogni atleta e giudici di gara lungo il percorso.

La ZombItalianrun è una MudRun, tra ostacoli naturali e artificiali, completamente su sterrato e via impervia di oltre 5 chilometri, durante la quale i Runner devono riuscire a non farsi segnare sulla schiena col sangue, finto ovviamente, dagli Zombie.

All’arrivo, alla zona Anticontaminazione, i medici (giudici di gara) valuteranno il grado di “infezione” dei partecipanti assegnando loro delle 4 qualifiche: sopravvissuto, contagiato, infetto o nuovo zombie.

Sulla maglia da gara dei Runner ci sono 3 bersagli e a seconda di quanti ne siano stati macchiati alla fine si vedrà chi è diventato Zombie o chi è sopravvissuto.

La gara è all’interno di una vera e propria giornata dedicata agli Zombie e allo sport con altre iniziative atletiche.

L’ASD WILD LIFE FOREVER creò una delle prime MUD RUN italiane indipendenti nel 2011: La Matta Corsa.

Cosa accadrà dopo ZombItalian Run non è facile da prevedere, ma certamente il primo obiettivo sarà quello di raggiungere vivi il campo base senza essere infettati!

Per maggiori informazioni:

www.zombitalianrun.com

[youtube_sc url=”https://www.youtube.com/watch?v=PTKJketcllE” width=”720″ autohide=”1″]

Condividi su:
  • 85
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    85
    Shares
  • 85
  •  
  •  
  •  
  •