Biella Piedicavallo 2012

Dopo la Biella Oropa, tornata nel 2005, è la volta di un altro grande rientro tra le classiche podistiche Biellesi, la Biella Piedicavallo, che con il Giro di Pettinengo, nasceva agli inizi degli anni 70 dando lustro e storia al territorio BIELLESE. Assente dal 2001, l’edizione 2002 fu annullata alla vigilia per l’alluvione nella Valle Cervo, si correrà il prossimo 25 marzo, la 32^ edizione di una tra le gare più prestigiose del PIEMONTE, ideata e realizzata da Ismar Pasteris e dallo storico Gs Pavignano che rinasce con la regia del GAC Pettinengo, come già la Biella Oropa e la stretta collaborazione della Famiglia Pasteris. Si correrà sulla distanza di km.19,300 e sul tracciato storico, quello che ha visto, grandi campioni cimentarsi e salutare nel 1973 e nel 1974 il successo di uno dei grandi di quel periodo Franco Arese, attuale numero uno della Federazione italiana di Atletica Leggera, che dopo aver vinto il titolo europeo dei 1500 mt. nel 1971, in carriera arrivo a possedere tutti i primati italiani del mezzofondo sino a correre anche la Maratona. I primati della corsa sono entrambi datati 1982, quando si corse la 12^ edizione e portano la firma di 2 grandi personaggi dell’atletica italiani di quegli anni, Rita Marchisio, la cuneese tra le pioniere della maratona italiana con la sua vittoria do Osaka, che siglo 1h16’ 42” e il trentino Gianni Demadonna, ora apprezzato menage che corse in 1h04’42. Tanti comunque i vincitori che hanno vestito in carriera la maglia azzurra a cominciare da Luciano Acquarone vincitore della seconda edizione per proseguire con Giambattista Bassi, Franco Ambrosioni, Aldo Allegranza Walter Durbano e Giuseppe Miccoli. La partenza avverrà da Biella Via Lamarmora (Largo Chiusano) ore 10, e dopo aver attraversato per intero il cuore storico di Biella (Via Italia) salirà da Pavignano attraverso tutti i comuni della Valle Cervo sino al mitico Ponte Pinchiolo che porterà i corridori all’erta finale e al traguardo di Piedicavallo. Tutti i comuni della Valle Cervo hanno appreso con entusiasmo il ritorno della Storica gara, e sia pur in un anno che si annuncia di lacrime e sangue, hanno manifestato l’intenzione di collaborare al rilancio e al ritorno di un pezzo di storia della Corsa Podistica Biellese. Quando nacque nel 1971, poche erano le gare che caratterizzavano i calendari di quegli anni ed era più facile fare grandi numeri, ora la concorrenza è serrata, crediamo comunque che il fascino, rimasto immutato negli anni di questa classica in salita, che assomiglia tanto ad una “mezza” anche nel 2012 riuscirà a catturare un gran numero gli amanti della corsa lunga.

Informazioni e iscrizioni su www.biellasport.net

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •