Firenze Marathon 2011: ultimi preparativi

Una nuova partenza, un nuovo e più veloce percorso e un rinnovato entusiasmo per la 28° edizione della Firenze Marathon 2011 che domenica 27 novembre alle 9,00 prenderà il via dal lungarno Pecori Giraldi. Il serpentone di 9.000 maratoneti si snoderà lungo le strade della città, sfiorerà i punti più suggestivi e caratteristici di Firenze, attraverserà il parco delle Cascine e concluderà la propria fatica nella storica piazza Santa Croce. La presentazione della Firenze Marathon è stata ospitata dall’Hard Rock Cafè in via Brunelleschi, partner della manifestazione. La conferenza stampa, condotta da Cesare Monetti, è stata aperta da Daria Bertoni manager dell’Hard Rock Cafè che ha fatto gli “onori di casa” poi si sono susseguiti gli interventi del vicesindaco di Firenze, del presidente della Firenze Marathon, del direttore tecnico della Firenze Marathon, del presidente del Gruppo Unità Spinale, del presidente della Marathonabile, del presidente della CIFA, del presidente del CONI provinciale di Firenze e del Consiglio Comunale, del presidente dell’Atletica Firenze Marathon e del sindaco di Firenze.

“La tre giorni di atletica a Firenze comincerà venerdì con la manifestazione per i bambini e i ragazzi delle scuole «I Più forti e i Più veloci», con il Marathon Expo che sarà inaugurato sempre venerdì e sarà visitabile anche sabato e avrà l’apice nella giornata di domenica con la Firenze Marathon, la Marathonabile, la Ginky con partenza alle 9,30 e terminerà con la festa all’ObiHall del Marathon Party – ha commentato il presidente della Firenze Marathon Giancarlo Romiti –. La Firenze Marathon, con quasi 9.000 iscritti di cui 2.000 stranieri è la seconda in Italia per numero di partecipanti. Un grazie particolare ai 2.000 volontari, alla Polizia Municipale, agli uffici del Comune, a tutti gli sponsor che ci sostengono e a tutti coloro che danno una mano nella riuscita di questa manifestazione”.

“Sono migliaia di persone che arrivano a Firenze in un periodo dell’anno turisticamente morto e quindi a tutti quelli che si lamentano della maratona e dei provvedimenti di viabilità, vorrei dire che è una grande occasione per conoscere la città e per chi la corre è una bellissima esperienza – ha spiegato il sindaco Matteo Renzi –. Sì, è vero, blocchiamo le strade per alcune ore ma lo facciamo per un evento sportivo bellissimo e per un’occasione molto importante. Abbiate pazienza”.

Il sindaco Renzi ha anche annunciato che a Firenze correrà il “suo amico” dj Linus di Radio DeeJay per mantenere una scommessa fatta l’anno scorso: se Renzi avesse completato la Firenze Marathon allora l’avrebbe corsa anche Linus. Maratona completata, scommessa vinta e promessa mantenuta. “Io arriverò dopo la banda ma Linus è un grande maratoneta e arriverà al traguardo molto prima di me” ha concluso il sindaco Renzi.

“Anche quest’anno la maratona attraverserà i viali di circonvallazione e quindi stiamo predisponendo provvedimenti di viabilità, avremo gli agenti della polizia municipale che presiederà il percorso e lo facciamo con grande piacere e passione perché questo è uno degli avvenimenti più importanti per la nostra città – ha spiegato il vicesindaco Dario Nardella –. Questa è la seconda maratona in Italia ed abbiamo l’ambizione di eguagliare quella di Roma e di raggiungere il livello delle grandi maratone del mondo come Parigi e New York. Auguri a tutti i maratoneti che parteciperanno a questa giornata di festa e di sport”.

Gli atleti partiranno dal lungarno Pecori Giraldi, si dirigeranno compatti verso i viali alberati fiorentini, ideali per rendere agevole il passaggio dei maratoneti ancora raggruppati, toccheranno alcune delle antiche porte della città, proseguiranno verso la spettacolare area verde del parco delle Cascine dove il percorso è stato allungato di un paio di chilometri per compensare la variazione di tracciato determinata dalla nuova partenza in pianura.

Da qui, un tuffo nella caratteristica atmosfera dell’Oltrarno e poi verso l’area di Varlungo, prima di tornare nel cuore della città e affrontare il suo centro storico, attraverso strade ricche di storia, sfiorando lo splendore di monumenti e palazzi senza eguali: Palazzo Pitti, il Duomo, Palazzo Vecchio e, prima dell’arrivo nel magnifico palcoscenico di piazza Santa Croce, il passaggio sulle inimitabili arcate di Ponte Vecchio.

La manifestazione sportiva è organizzata dalla Firenze Marathon che quest’anno ha predisposto anche una particolare copertura alla partenza di 1.000 metri quadri in grado di proteggere dall’eventuale pioggia alcune migliaia di podisti.

ALTRI EVENTI

Oltre alla Firenze Marathon si svolgeranno anche la Ginky Family Run con quasi 2.000 iscritti (gara di 2 chilometri non competitiva dedicata a bambini, ragazzi e famiglie con partenza e arrivo in piazza Santa Croce) e la Marathonabile riservata ad atleti disabili che partiranno alle 9,00 pochi minuti prima rispetto a tutti gli altri. Inoltre, anche quest’anno si svolgerà la manifestazione “I Più forti e i Più veloci di Firenze”, giunta alla terza edizione e riservata a bambini e ragazzi delle scuole cittadine che, venerdì 25 novembre, animeranno la pista e lo stadio “Luigi Ridolfi” vicino al Marathon Expo.

Quindi, domenica prossima sarà una grande giornata di festa e di sport per tutta la città con migliaia di atleti che arriveranno a Firenze da tutta Italia e da una sessantina di Paesi di tutto il mondo e che venerdì e sabato animeranno il Marathon Expo.

Anche quest’anno parteciperà alla Firenze Marathon il sindaco di Firenze Matteo Renzi che punta a migliorare il tempo ottenuto l’anno scorso e tornerà a Firenze Alex Zanardi, il campione di handy bike.

Rinnovata la collaborazione con l’Esercito Italiano che sarà presente alla Maratona con 23 atleti del Gruppo Sportivo Esercito con un’età compresa fra i 30 e i 60 anni.

Fra le curiosità, segnaliamo che il maratoneta più anziano sarà Angelo Squadrone, nato il 21/02/1929 e iscritto al Club Super Marathon Italia mentre il più giovane arriverà da oltre Oceano: l’americano Benjamin Saygers, nato il 12/06/1993.

Numerose saranno le manifestazioni collaterali che i maratoneti incontreranno lungo i 42,195 chilometri del percorso e che allieteranno la corsa e l’attesa degli spettatori.

ALTRI INTERVENTI DEI PARTECIPANTI ALLA CONFERENZA STAMPA

“Quest’anno ci dovrebbero essere tutte le condizioni per fare il record della maratona, sia climatiche che di percorso che sarà tutto in pianura – ha assicurato il direttore tecnico Fulvio Massini –. Abbiamo eliminato la partenza in discesa che rompeva il ritmo della maratona. Abbiamo atleti che ci possono consentire di migliorare il record della Firenze Marathon”.

“Quest’anno avremo 30 atleti provenienti da tutta Italia che parteciperanno alla Marathonabile e oltre ad Alessandro Zanardi (che ha fatto il record a New York), Fabrizio Caselli e a Mauro Cratassa (che ha vinto il mondiale in Danimarca) ci sarà anche un ragazzo di 15 anni all’esordio” ha spiegato Massimiliano Banci presidente del Gruppo Unità Spinale Onlus.

Franco Zomer, presidente della Marathonabile, ha ringraziato “i maratoneti, gli spingitori e le famiglie che, tutti insieme, permettono la partecipazione alla Firenze Marathon da tre anni. Spero che continueremo a lungo questa collaborazione”.

È intervenuto anche il presidente della CIFA Onlus, Luca Montani, che ha ricordato la collaborazione con la Firenze Marathon che prosegue da quattro anni. “È un’emozione unica vedere l’entusiasmo di tutti nell’organizzazione della Firenze Marathon. La nostra attività si articola in tre azioni: adozioni internazionali, adesione a progetti internazionali, sostegni a distanza ed educazione allo sviluppo nelle scuole di tutta Italia”.

Il presidente del CONI provinciale di Firenze e presidente del Consiglio Comunale, Eugenio Giani, ha fatto i complimenti agli organizzatori sottolineando la “sinergia tra Firenze e la maratona che dieci anni fa aveva poca visibilità ma ormai è cresciuta tantissimo. Faccio i complimenti al sindaco che corre anche quest’anno la maratona e mi riprometto di correrla anch’io se però lui e il vicesindaco faranno con me il tuffo in Arno in occasione del Capodanno”.

“Oltre che collaborare con la Firenze Marathon organizziamo due eventi collaterali: I Più forti e Più veloci con gli alunni delle scuole e la Ginky riservata ai maratoneti più giovani e a tutte le famiglie – ha commentato ilpresidente dell’Atletica Firenze Marathon, Giorgio Cantini –. Le due realtà, atletica e Firenze Marathon, sono felicemente sposate da tanti anni e questo ci riempie di gioia e di soddisfazione”.

TOP RUNNER

Uomini

Said Boudalia (ITA, 43 anni, PB 2h17’14”  – Treviso 2008); Theshome Gelana(ETH, 28 anni, PB 2h07’37” – Houston 2010); Zembaba Yigeze(ETH, 28 anni, PB 2h08’27” – Houston 2010); Berga Birhanu Bekele(ETH, 30 anni, PB 2h09’41” – Beijing 2009); Paul Kipkemboy Ngeny(KEN, 34 anni, PB 2h12’50” – Firenze 2007); Ronald Kipchumba Rutto(KEN, 24 anni, PB 2h09’17” – Frankfurt 2010).

Donne

Gloria Marconi (ITA, 43 anni, PB 2h29’35” – Roma 2003); Asha Gigi(ETH, 38 anni, PB 2h26’05” – Paris 2004); Almaz Alemu Balcha (ETH, 39 anni, PB 2h31’27” – Castellón 2010); Valentina Delion (MOL, 38 anni, PB 2h36’50’’ – Bonn 2005); Tigist Memuye (Gebeyahu) (ETH, 21 anni, PB 2h36’17” – Ahmedabad 2010); Hanane Janat (MAR, 28 anni, PB 2h38’34’’ – Roma 2011); Maria Mccambridge (IRL, 36 anni, PB 2h35’29” – Parigi 2009).

LOGISTICA

Confermate, al termine della maratona, la zona assistenza (compresa la zona guardaroba dove i podisti recupereranno borse e indumenti) a breve distanza (in linea d’aria circa 500 metri) sia dall’arrivo in piazza Santa Croce (come anche lo scorso anno) ma sia anche dal punto dal quale partiranno e potranno tornare alle rispettive sedi, alberghi, mezzi di trasporto senza dovere necessariamente utilizzare bus navetta per oltrepassare l’Arno o fare qualche chilometro supplementare dopo la corsa.

RECORD

I record da battere della Firenze Marathon sono: 2h08’40’’ per gli uomini (James Kutto, KEN, 2006), 2h28’15’’ per le donne (Helena Javornik, SLO, 2002). I record italiani sono di 2h11’51 uomini (Michele Gamba, 1999) e 2h32’18’’ donne (Tiziana Alagia, 2000).

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •