#FrineWantsYou: “La Sindrome da Abbandono”

“Succedono cose strane…nella vita, sul web, nei centri di medicina, ma soprattutto nella mia testa…”
“E su questo non c’era nessun tipo di dubbio….”
“No davvero, ascolta…spiegami tu, che corri come una faina inseguita da un Setter, capita nella vita che ci si debba fermare per un tempo indefinito. Una pausa, un riposo, previsto o forzato, ecco in questo caso mi è stato imposto un riposo di un mese, che chiaramente non farò, la WeOwnTheNight è dietro l’angolo ma…non è questo il punto. Quando ti capita qualcosa tenti di informarti, consultando randomicamente Wikipedia e tuttipazzixilrunning.org. Sconsolato, passi dunque al divano… zapping in tv, incappi in Elisir inciampando in un bicentenario Mirabella che non ha ancora finito di spiegarti come purificarti il colon, che ritrovi subito la Clerici che attenta ai tuoi trigliceridi e allora dribbli su Medicina 33…ma che cos’ha Luciano Onder? E’ sempre stato così? Appena rialzi la testa succede che tutti stanno parlando del tuo problema…ma nessuno parla con te.”
“E io?”
“No, ti prego, non esprimere la tua opinione riguardo il mio problema perché d’improvviso perderei anche te. Ma io ho capito qual è il mio problema…è la Sindrome da Abbandono..”
“Noooo…l’ennesimo uomo sbagliato?”
“No, qui c’è un esercito di uomini sbagliati, ma anche di donne, medici, fisioterapisti, cialtroni…chiunque, ne è pieno il web. E si scannano fra di loro, se confidi a qualcuno il tuo malessere ti ritroverai su qualche social network a brillare di una notorietà che non è la tua …dovrebbe correre con una ginocchiera….dovrebbe smettere di correre…dovrebbe correre a piedi nudi (COSAAAA?)…sicuramente non fa stretching…ha le scarpe sbagliate, sono solo molto colorate…è una fighetta che non corre, lo fa solo per apparire.”
“Ti hanno detto davvero queste cose?”
“Sì, è tutto documentato, dovresti abbracciarmi e consolarmi un pochino, ma tu sei sempre di corsa. Io vorrei soltanto che le persone la smettessero di dare ignobili consigli e magari mi dessero un bacino sulla bua…magari passa tutto”
“Che farai ora? Ci abbandoni? Così ci viene la sindrome?”
“Sono un po’ confusa ma….non voglio andar fra i matti”
“Beh, non hai altra scelta, qui sono tutti matti, io sono matto, tu sei matta”
“Ancora con questa Alice? E allora andiamo…Come lo sai che sono matta?”
“Altrimenti non saresti venuta qui”

Lei è una ragazza speciale, che ha deciso di dare un taglio al passato. Ha smesso di fumare. Ha iniziato a correre. Ha una grande carica. Correrete e vi allenerete con lei. E la potrete incontrare alla We Own the Night del prossimo 30 Maggio.
Leggete le sue storie, correte, allenatevi, e presentatevi al traguardo il prossimo 30 Maggio.
#FrineWantsYou
Condividi su:
  • 44
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    44
    Shares
  • 44
  •  
  •  
  •  
  •