HOKA ONE ONE è il main sponsor della Pisa Marathon

Cinque distanze, un nuovo, grande, main sponsor. La Pisa Marathon giunge alla diciannovesima edizioe e torna il 17 Dicembre insieme a Hoka One One.

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina presso l’Hotel Fifty House di Milano infatti gli organizzatori hanno presentato la nuova collaborazione con quello che è considerato uno tra i produttori di scarpe da running in costante ascesa e che sta raccogliendo sempre più consensi tra i runner.

Un brand che nasce dall’idea di due runner, due sportivi amanti dell’avventura, che in montagna hanno iniziato a studiare un paio di scarpe che fossero particolarmente adatte per le discese.

Dopo innumerevoli tentativi ed esperimenti la filosofia “Bigger is better” risulta essere vincente ed inizia così la produzione in serie dei primi modelli.

Ma Hoka non è solo trail running, anzi. Ad oggi i modelli più venduti sono proprio quelli da strada, che vedremo sicuramente ai piedi di molti podisti a Pisa. 

Insieme, Hoka One One e Pisa Marathon cercheranno di tagliare il traguardo delle 4.000 presenze, per crescere ancora e salire poi l’anno prossimo in occasione del ventennale dalla nascita.

[youtube_sc url=”https://www.youtube.com/watch?v=hRdbAa-4oxA” width=”620″ autohide=”1″]

Una Maratona, quella di Pisa, che nel 2017 porterà con sè tante novità.

Oltre al nuovo main sponsor la certificazione Bronze Label e l’introduzione della partecipazione degli Handbikers, che partiranno 10′ prima dei maratoneti.

Presentati anche diversi progetti legati al mondo della corsa, tra cui “The Flying Girls” dove un gruppo di ragazze affronterà per prima volta la distanza regina, affiancate e seguite da un allenatore e un nutrizionista che le porterà a tagliare il traguardo dei 42 km e 195 metri.

Come tutti gli anni poi la 42k pisana lega il proprio nome a quello di un grande artista.

Protagoniste nel 2017 le geometrie impossibili dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher.

Le opereche saranno esposte all’interno delle sale del Palazzo Blu, rappresentano a tutto tondo questo artista, che ha saputo coniugare il moto perpetuo, l’infinito e i processi ricorsivi ed oggetti impossibili come il Triangolo di Penrose o il Cubo di Necker.

ISCRIZIONI E INFO

www.maratonadipisa.com

Condividi su:
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •