La Montagna colpisce ancora: il Palanzone regala emozioni

Proprio così. La Montagna ritorna. Quello che sembrava essere uno sfizio si sta trasformando lentamente in una grande passione. L’occasione me la regala, ancora una volta, il Monte Palanzone. Una salita in vetta che avevo già sperimentato con Karen e Luca esattamente un mese fa.

Questa volta però i compagni di viaggio li portano Stefano e il suo Born to Run. Una ventina di persone appassionate di Montagna, tutti piuttosto esperti e preparati, in grado di trasmettere conoscenza e passione per il Trail Running.

L’equipaggiamento è quello di sempre: una frontale, borraccia, zaino, un paio di barrette e un cambio maglietta per la discesa. Oggi ai miei piedi ci sono le nuove Mizuno Wave Mujin 2, che decido di testare sul campo per capire di che pasta siano fatte.

Rispetto al mio primo Palanzone questa volta mi sento meglio, le sensazioni sono buone e riesco a tenere a bada la fatica. Ma non le emozioni. Che arrivano sempre a ondate quando giri la testa e guardi il panorama.

Una distesa che sembra non avere fine, qualcosa di sconosciuto oltre la foschia che fai fatica ad immaginare. L’unica cosa che senti è il tuo respiro. Alcune salite, quelle più toste, ti mettono a dura prova. Ti tagliano le gambe. Ti costringono a camminare.

Ma la voglia di arrivare in cima prevale, è dentro ognuno di noi. Scalare una Montagna, conquistarla, pensare ancora una volta di avercela fatta. Fermarsi a guardare il buio e la notte. 

Pochi minuti di pausa, cambio la maglietta e le pile della frontale. È ora di tornare. Come sempre trovo la discesa molto difficoltosa, le ginocchia protestano, passo dopo passo. Le scarpe sono una bomba. Hanno un grip davvero incredibile, sia in salita che in discesa. Sono aderenti al punto giusto, non eccessivamente morbide. Le controlli ad ogni passo e hanno quel feeling tipico che solo le Mizuno ti sanno regalare.

Ma verso la fine ecco l’imprevisto. In coda al gruppo inciampo in un grosso sasso che non avevo visto. Mi aggrappo a Jennifer e Rossella, che mi salvano da una rovinosa caduta. Ma appoggio male il ginocchio destro, che adesso sembra voler esplodere.

Rallento un po’, li lascio andare avanti. Corro – o almeno ci provo – gli ultimi 15 minuti da solo, avvolto nel buio e con il solo cono di luce della frontale a farmi compagnia. Gli altri saranno già arrivati alla Locanda del Vicerè, dove ci aspetta il meritato ristoro.

Ma non importa. Rallento un po’. Nessuno sul sentiero. Siamo io e la natura. E poi, all’improvviso, arriva di nuovo quel silenzio magico. Decido di fermarmi per qualche secondo.

Spengo la frontale. Chiudo gli occhi. Respiro. Sorrido. Sono Vivo.

[table id=2 /]

Mizuno Wave Mujin 2

8.8

Protezione

10.0/10

Grip

10.0/10

Ammortizzazione

8.0/10

Stabilità

8.0/10

Calzata

8.0/10

Pros

  • Resistenti
  • Leggere
  • Precise
  • Grip eccellente

Cons

  • Secche
  • Poco ammortizzate
  • Molto aderenti
Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •