NIke AF1: la storia

Apre oggi una nuova sezione del blog dedicata alla scarpa che ha fatto la storia di Nike e del design: la mitica Air Force 1. E il modo giusto per introdurre questa scarpa, che l’anno prossimo compirà 30 anni è cominciare dalla sua storia: questa scarpa venne realizzata appunto nel 1982 dal designer Bruce Kilgore e fu la prima scarpa da basket ad utilizzare la tecnologia nota come Nike Air. La scarpa è disponibile in tre modelli, low (basse), mid top (altezza alla caviglia) e high top (le classiche scarpe da basket a caviglia alta). Il nome è un chiaro riferimento all’Air Force One, l’aereo presidenziale degli Stati Uniti e nelle versioni mid e high top è presente uno strap in velcro per assicurare meglio la chiusura intorno alla caviglia. Nonostante ci siano migliaia di colorazioni (e ogni giorni escono nuove varianti) la AF1 più venduta di sempre rimane la white/white (completamente bianca), seguita a ruota dalla versione black/black (completamente nera). Un’altra caratteristica distintiva delle AF1 è la piccola targhetta (chiamata deubrè) presente nella parte bassa dell’allacciatura delle stringhe, sulla quale è presente l’incisione “AF-1” con l’anno di creazione “82” subito sotto, inizialmente realizzata in materiale metallico (peltro) e di forma circolare è stata poi ridisegnata nel 2007, dove ha preso forma rettangolare e con le incisioni eseguite in un materiale plastico, che ha sostituito il peltro. Diventata uno status-symbol è stata oggetto di personalizzazioni estreme ed è diventata presto un prodotto da collezionisti incalliti (ci sono oltre 1.700 colorazioni). La Air Force 1 non ha mai subito grandi variazioni e rimane la stessa dal 1982, garantendo a Nike introiti annuali pari a circa 1 miliardo di dollari, senza che questa spenda un centesimo per pubblicità o marketing. Inoltre garantisce un guadagno del 70%, sul prezzo di vendita, cosa che accade raramente con prodotti di questo tipo. Per limitare la frenesia e la commercializzazione di prodotti non originali per un buon periodo di tempo Nike ha proibito ai rivenditori di scarpe online di vendere le AF1, per poi lasciare, col passare degli anni, libero mercato anche a siti di vendita online. I collezionisti più incalliti spendono anche migliaia di dollari per un solo paio di AF1, magari perchè realizzate con pelle di coccodrillo o per essere modelli prodotti in pochissimi esemplari (modelli commemorativi). Ma sappiate che il prezzo di vendita di una AF1 “standard” si aggira intorno agli 80-90 euro e può salire fino a 140-150 euro. Non rimane che “correre” a procurarsene un paio! Ah, per quanto mi riguarda, le mie AF1 sono delle white/white, completamente personalizzate e disegnate da una cara amica designer (ho messo un paio di foto nella gallery, AF1 by Ivana).

 [nggallery id=44]

 

Condividi su:
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •