Puma Ignite Ultimate: c’è una nuova protagonista nel Running

L’anno scorso per Puma è stato l’anno della rivoluzione. La classsica intersuola in EVA è stata infatti sostituita dalla nuova schiuma Ignite.

Il primo modello (leggi la recensione di Run Like Never Before) ha riscontrato i favori di diversi Runner, ma non ha accontentato tutti, in particolare per la calzata un po’ abbondante e per il fatto che non fossero particolarmente adatte a distanze oltre la mezza maratona.

Quest’anno però si cambia, in meglio. Le nuove Ignite Ultimate infatti chiudono il cerchio e propongono unintersuola più alta con un design ‘chevron’ che è in grado di migliorare in maniera significativa la performance offrendo un’ammortizzazione e una reattività unica che consente – finalmente – di correre più a lungo e più lontano.

Anche in pista si comportano bene. Forse un po’ troppo ammortizzate per il tartan, recuperano alla grande con la reattività che caratterizza questo nuovo modello.

Il drop rimane invariato, 12mm, perfetto per evitare infiammazioni ai tendini d’achille. Le Ignite Ultimate sono delle neutre pure quindi occhio se siete eccessivamente pronatori e volete fare tanti km.

La tomaia è in mesh con inserti e con una comoda talloniera che non stringe ma fa comunque il suo dovere. Gli insert flex grooves nella suola le rendono flessibili al punto giusto.

Per farla breve, dopo un anno (e qualche aggiustamento) le Ignite sono diventate grandi, e finalmente adesso si possono indossare quando si vuole osare di più, spingendosi su distanze prima impensabili (fino alla Maratona).

Comode, reattive e con tanta ammortizzazione. Le nuove Puma Ignite Ultimate sono perfette per ogni tipo di allenamento (evitate però sterrati e le corse nei campi).

LE NUOVE PUMA IGNITE ULTIMA SONO DISPONIBNILI ONLINE SU PUMA.COM

 

Puma Ignite Ultimate

€ 130,00
8.5

Ammortizzazione

9.0/10

Comfort

9.0/10

Sostegno

7.5/10

Traspirabilità

8.0/10

Reattività

9.0/10

Pros

  • Ammortizzate
  • Reattive
  • Veloci

Cons

  • No ai pronatori
Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •