Red Bull Soapbox Race

Se il tuo sogno è sempre stato avere una due cavalli o una Topolino, a Torino c’è l’occasione giusta per te: nella capitale italiana dell’automobile non solo zebre e tori, ma anche lupi e panda con l’arrivo della Red Bull Soapbox Race! L’appuntamento è fissato per il 28 settembre 2014, giorno in cui la corsa più spettacolare del mondo farà il suo ritorno in Italia, nella città che ha ospitato i più importanti designer italiani dell’automobile, come Giugiaro e Pininfarina, e che vivrà un’originale invasione da parte dei più creativi costruttori amatoriali di automobili senza motore.

Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla corsa più folle del mondo, durante la quale Torino vedrà i concorrenti sfidarsi con veicoli a propulsione umana, senza motore e senza carburante, progettati e realizzati da loro con i mezzi più disparati e le forme più divertenti. La città della Mole ospita per la seconda volta la Red Bull Soapbox Race, il cui percorso di 500 metri in discesa si snoda tra le vie della capitale sabauda, con partenza dal Monte dei Cappuccini e arrivo all’altezza di Corso Fiume.

Quanti vorranno partecipare alla Red Bull Soapbox Race dovranno registrarsi, entro il 13 giugno, sul sito www.redbullsoapboxrace.it, scaricare il kit di partecipazione e inviare il proprio progetto entro la scadenza. Le iscrizioni sono aperte a tutti, ma una giuria di qualità valuterà i progetti dei prototipi e selezionerà i 65 più creativi, che saranno ammessi a partecipare alla gara. Tutti i progetti in regola con i requisiti di partecipazione e inviati all’interno del periodo di validità della prima fase del concorso saranno valutati da una giuria, composta da 4 rappresentanti Red Bull, che provvederà a selezionare i migliori 65 progetti, per la fase finale del concorso. La stessa giuria provvederà inoltre a selezionare ulteriori 10 progetti quali riserve che sostituiranno gli eventuali finalisti che rinunceranno alla partecipazione alla fase finale del concorso. La selezione dei 65 finalisti e delle 10 riserve, avverrà sulla base dei seguenti criteri: originalità, genialità, simpatia, spirito d’inventiva, fantasia, assurdità, rispetto dei requisiti specificati nel regolamento.

I piloti amatoriali gareggiano al volante di vetture costruite in casa, alimentate solo da coraggio allo stato puro e forza di gravità, ma gli attrezzi più importanti sono la creatività e la voglia di competere. Oltre, naturalmente, alla passione per la velocità. Quest’evento unico nel suo genere è una vera e propria sfida per piloti esperti e dilettanti, che dovranno progettare e costruire soap box dall’aspetto temerario e originale, per poi lanciarsi in discesa in una gara di velocità. Dal 2000, anno della prima Soapbox Race a Bruxelles, Red Bull ha organizzato decine di questi eventi in tutto il mondo, dall’Australia al Sudafrica, dalla Giamaica agli Stati Uniti. Negli anni è stato presentato ogni tipo di veicolo, da repliche di oggetti esistenti ai più stravaganti frutti dell’immaginazione. Abbiamo visto sfrecciare un pianoforte, una carrozzina gigante, un rodeo clown, una pannocchia di mais dalle dimensioni OGM, una cella di prigione e il Golden Gate Bridge.

Ogni team è costituito da un pilota e tre spingitori. I team selezionati avranno a disposizione tre mesi per realizzare il loro progetto, rispettando quanto previsto dal regolamento sull’utilizzo dei materiali da impiegare. I team selezionati saranno comunicati il 27 giugno e per vincere non sarà sufficiente essere i più veloci a tagliare il traguardo: la giuria dell’evento terrà conto anche della creatività e della spettacolarità della performance degli equipaggi, per guadagnare punti in spettacolarità i partecipanti indosseranno indumenti bizzarri, si esibiranno in sketch e creeranno la propria colonna sonora per la gara.

L’onore di tagliare il traguardo con la bandiera a scacchi è già un bel premio. Ma Red Bull vuole comunque premiare i team che contribuiscono a rendere la giornata memorabile, ovvero i concorrenti in grado di sbalordire letteralmente i giudici con i loro straordinari veicoli e le loro performance indimenticabili. Quali saranno dunque i premi riservati ai tre team che riusciranno a salire sul podio? Le macchine con il punteggio complessivo più alto e che si saranno classificate ai primi tre posti nella graduatoria si aggiudicheranno i tre premi in palio, secondo l’ordine che segue:

1. PRIMA MACCHINA CLASSIFICATA: weekend al Red Bull Ring durante il Gran Premio d’Austria di Formula 1 2015;

2. SECONDA MACCHINA CLASSIFICATA: visita alla scuderia Toro Rosso a Faenza e corso di guida sportiva presso l’autodromo di Imola;

3. TERZA MACCHINA CLASSIFICATA: go-kart GP per un massimo di 12 persone presso una pista di Go Kart;

In caso di ex-aequo tra due o più macchine, sarà preso in considerazione il tempo impiegato dalle stesse per concludere il percorso e vincerà la macchina che avrà impiegato meno tempo.

Pronto? Allora indossa la tuta blu e metti l’ingegno al lavoro e le ali all’immaginazione. Che aspetti? Visita www.redbullsoapboxrace.it e partecipa alla prossima edizione della corsa!

Condividi su:
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •