RomaOstia: gara non competitiva e Special Olympics

A pochi giorni dalla Presentazione ufficiale alla stampa, e soprattutto a tutti i podisti, ecco le ultime novità dalla RomaOstia 2011. Novità significative sull’assegnazione dei pettorali, sulla gara non competitiva e sulle iniziative che la gara promuoverà insieme a Special Olympics. Al civico 104 di Viale Marco Polo si lavora alacremente alla definitiva assegnazione dei pettorali, le ultime modifiche e soprattutto la valanga finale delle ultime adesioni hanno “felicemente” ingolfato il lavoro ma tutto si sta risolvendo per gli meglio. l PETTORALI SARANNO CONSULTABILI nel giro di pochi giorni e non saranno più modificabili in quanto per tutti quanti sarà prevista la personalizzazione. Chi ha dichiarato un tempo confermato e veritiero non avrà sicuramente sorprese e si vedrà assegnata la corrispondente griglia. La partenza ad onde e soprattutto il rilevamento in real time consentiranno a tutti di portare a termine la propria performance riducendo al minimo il rischio di partenza rallentata. Interessante il dato relativo alle donne che il prossimo 27 febbraio supereranno di poche unità quota 2000, quindi il 17% del totale. Altri nomi importanti del business e dello spettacolo si aggiungono agli 11506, tra questi Paul Polman e James Hill, rispettivamente direttore mondiale e direttore italiano di Unilever, uno dei più importanti sponsor fornitori della 37^ RomaOstia, e poi Marco Santucci, giovane manager di Juguar Italia e Andrea Cuneo di Sony Italia. Ancora novità importanti e significative per quanto riguarda la RomaOstia e il sociale, il Presidente Luciano Duchi ci tiene personalmente a sottolineare: “non ho potuto dire di no alla splendida proposta di Special Olympics, fatta dal Vice Presidente di Special Olympics, Alessandro Palazzotti”: la RomaOstia aderisce alla campagna di raccolta fondi “Adotta un campione”, sostenendo i costi della trasferta dell’Atleta che parteciperà alla maratona nei prossimi Giochi Mondiali Estivi Special Olympics, in programma dal 25 giugno al 4 luglio ad Atene.” Special Olympics, è un movimento fondato nel 1968 da Eunice Kennedy Shriver che si propone di migliorare la condizione delle persone con disabilità intellettiva attraverso la pratica dell’attività sportiva. La RomaOstia sposa la  campagna “Wear the Laces” che intende far conoscere il movimento “legando” gli appassionati di sport che si fanno promotori del messaggio di apertura ed inclusione sociale, indossando i lacci (che saranno distribuiti presso l’EXPOSport da giovedi 24 a sabato 26, oltre che alla partenza e all’arrivo domenica 27 febbraio) con il logo Special Olympics.  Il 27 febbraio in collaborazione con Nike, la RomaOstia sarà inoltre anche non competitiva. Sul tratto iniziale del nuovo percorso è stato predisposto un tracciato di 5 km sul quale i neofiti dell’agonismo, chi non ha mai gareggiato ma anche chi passeggia o pratica jogging potrà cimentarsi in una simulazione di gara che sicuramente vi lascerà con la voglia di tornare a gareggiare. “la scommessa di Nike e della RomaOstia è di voler avvicinare alle competizioni chi non gareggia, chi desidera iniziare a farlo, chi conosce la corsa ma non conosce il lato agonistico provando subito l’emozione di calarsi nella gara” a parlare è il responsabile di Nike Italia, medaglia d’oro sui 5000 ad Atlanta Venuste Niyongabo, per tutti ci sarà uno splendido pacco gara che sarà arricchito da una maglia tecnica Nike, con la quale allenarsi per tornare nel 2012 a correre la Romaostia.

Su www.romaostia.it potete trovare tutti i dettagli relativi all’iscrizione.

Una parte delle quote (3€ per ogni atleta) sarà devoluta alla ONG Ricerca & Cooperazione (www.ongrc.org ).

LA PAGINA UFFICIALE DELLA GARA NON COMPETITIVA

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •