RunLikeNeverBefore ha messo a dura prova le ASICS GEL-Nimbus 16

Correre una Maratona è un esercizio difficile. Ne ho corsa una nel 2010 e tra un paio di settimane correrò la mia seconda: sarà la Maratona di Venezia.

Scegliere una scarpa per correre una distanza così lunga non è facile. Ammortizzazione o reattività? Comfort o velocità?

Io ho scelto la massima ammortizzazione possibile sacrificando un po’ di velocità, ma con la certezza di avere un buon feeling dal primo all’ultimo km. Per questo ho provato e riprovato le Asics Gel Nimbus 16 e le ho scelte per correre i miei 42 km e 195 metri. Le ho testate per correre i miei lunghi da 30 km, ma anche per un 10km tra le colline intorno a Perugia.

Le Nimbus sono il modello top nella gamma cushioning ASICS. Ideali per runners che cercano una scarpa neutra che garantisca massima ammortizzazione, comfort e stabilità. L’intersuola è realizzata con l’aggiunta del FluidRide™, che fornisce un’inedita sensazione di risposta grazie a un’unica combinazione di rimbalzo ed ammortizzazione.

Pensate per le lunghe e lunghissime distanze, sono state rinforzate nella parte anteriore, una zona che tradizionalmente risulta di elevato stress nelle scarpe da corsa e che tende – dopo molti km – ad usurarsi facilmente.

In più, nell’intersuola, il gel presente nei cuscinetti dedicati all’ammortizzazione è aumentato, rendendo ogni atterraggio extra-morbido. Anche dopo i 30 km che ho corso a Bergamo – in occasione della Mezza Maratona – le scarpe hanno mantenuto lo stesso comfort e ammortizzazione dei primi km, una piacevole sorpresa per me.

Ovviamente di contro c’è il peso. Non sono certo delle lightweight, anche se comunque non stancano e non c’è quella brutta sensazione di avere dei pesi attaccati ai piedi. La flessibilità è buona, ma non straordinaria. La scalanatura centrale nella suola facilita i movimenti e le transizioni, evitando un atterraggio troppo ‘piatto’.

Passiamo alla tomaia: la struttura FluidFit si sovrappone al mesh traspirante e avvolge la scarpa, occhielli compresi. Grazie a questa struttura la tomaia avvolge bene il piede, senza risultare eccessivamente stretta sul piede.

La pianta è standard, una buona via di mezzo, e nel caso abbiate un piede stretto o eccessivamente magro, ci penserà la heel clip nel tallone a tenerlo fermo nella corretta posizione.

Conclusioni:

Le Asics Nimbus 16 sono perfette per le lunghe distanze. Se siete runner neutri e volete un’ammortizzazione sopra la media, le Nimbus sono le scarpe per voi. Per correre Mezze Maratone e Maratone in completa tranquillità, dal primo all’ultimo km. Mai provato niente di più morbido.

[youtube_sc url=”https://www.youtube.com/watch?v=o2WKGJHWpTU” width=”720″ autohide=”1″]

ASICS GEL-Nimbus 16

8.3

Ammortizzazione

10.0/10

Comfort

9.0/10

Peso

7.0/10

Flessibilità

7.0/10

Pros

  • Ammortizzazione Top
  • Perfetta per allenamenti lunghi
  • Tomaia

Cons

  • Un po' pesanti
  • Prezzo
Condividi su:
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  

1 Comment