Runlikeneverbefore intervista Thomas Dold

Biografia

Thomas Dold è un atleta tedesco specializzato in imprese “estreme”, come il tower running, stair running, nonchè detentore del record mondiale di retro-running. Dold è stato protagonista degli eventi più prestigiosi di tower running del mondo, come la “Empire State Building Run Up” di New York. Nel 2005 la sua prima partecipazione, chiudendo con un ottimo secondo posto, riuscendo l’anno successivo a vincere la competizione, diventando il più giovane atleta a vincere questo genere di competizione. Al suo terzo tentativo, nel 2007, è riuscito a mantenere il primato e nel 2008 ha stabilito il suo personal record timecon un tempo di  10 minuti e 8 secondi, vincendo per la terza volta consecutiva. Il 15 Giugno 2008 inoltre, Thomas Dold ha vinto la tower run up scalando i 2.046 gradini dei 91 piani della torre Taipei 101, il più alto grattacielo al mondo al momento dell’impresa.

In una serata spettacolare ieri Thomas ha scalato i 31 piani del grattacielo Pirelli di Milano chiudendo l’impresa in 3 minuti e 32 secondi, davvero un tempo mozzafiato. La sua scalata ha fatto da cornice all’evento adidas che ha presentato e consegnato le nuove energy boost ai testimonial adidas Alessandro Matri, Sebastian e Nicolas Frey, Maxi Lopez, Rolando Bianchi, Mauro Bergamasco, Niccolò Melli, Jacopo Giachetti, Sergio Scariolo  e Matteo Della Bordella.

L’intervista

– Ciao Thomas, complimenti per la tua impresa, qual è il tuo prossimo obiettivo?

Il mio prossimo obiettivo è partecipare alla Maratona di Amburgo, grazie ad un running team di cui fa parte una ragazza che tenterà di battere il record del mondo under-23, che dovrei chiudere in 2 ore e 20 circa.

– Quali attività collaterali svolgi come allenamento?

Ovviamente il mio primo allenamento restano sempre le scale, che consiglio a tutti di fare per rimanere in forma, prendete le scale e non gli ascensori, vi farà bene, oltre a mantenervi in salute! Oltre a questo tipo di allenamenti faccio esercizi per la stabilità e vado spesso in bici, perchè replica in qualche modo il movimento delle gambe quando si salgono le scale. Partecipo anche occasionalmente a qualche competizione di triathlon.

– Quante ore ti alleni mediamente in una settimana?

Dipende in che punto della preparazione mi trovo e se c’è qualche evento “in vista”. Può variare da 12-14 ore  a settimana, fino a 20 ore a settimana nel periodo di “carico” e scendere fino a 10 ore a settimana nel periodo di “scarico”.

– Ti piace ascoltare musica in allenamento?

Sì certo!

– Che genere di musica ascolti in allenamento? Rock, hip-hop? Rap?

Non ho un genere in particolare, l’importante è che i bpm si avvicinino al ritmo dei miei passi quando salgo le scale. Mi piace anche ascoltare la radio.

– Preferisci allenarti da solo o in gruppo?

Per il genere di allenamenti che richiedono imprese come queste in genere mi alleno da solo, perchè è difficile trovare un gruppo che si alleni per questi eventi. Ma quando esco a correre mi piace farlo in gruppo perchè regala molte motivazioni e ti aiuta a spingere quando sei stanco.

– Usi i social network? Facebook o Twitter?

Sì ho un profilo Facebook e un canale YouTube. Per quanto riguarda Twitter ho un account ma non lo utilizzo spesso, è solo linkato. Twitter a volte non concede abbastanza spazio alle parole (la famosa regola dei 140 caratteri) mentre invece con Facebook e YouTube c’è maggiore possibilità di esprimersi con foto e video.

– Hai dei tatuaggi?

No, non ho tatuaggi e non sono una “tattoo person”.

– Pc o Mac? 

Mac!

– Xbox o PlayStaion? 

Correre all’aperto!! (si fa una risata, e prosegue) non ho mai avuto nessuna delle due, preferisco divertirmi all’aria aperta.

– Ti piace il “junk food”? Vai mai da McDonald’s? 

mmmh sì a volte capita, ma spesso accade che mi fermi per un po’ davanti alla vetrina di McDonald’s e inizi a pensare: “mmh nooo, e poi come passerò la prossima mezz’ora? Mi farà sentire così stanco e appesantito….allora passo alla vetrina accanto e dico: ok, prendo gli spaghetti!”

– Hai qualche rito particolare prima di una gara che ti piace seguire? 

Sì, è legato alle mie calze “compression”, che sono state studiate e realizzate appositamente per me, hanno un alto livello di compressione, e possono essere utilizzate solo per pochi minuti, e mi piace indossarle e sentire la pressione, mi fa sentire pronto per la mia gara!

– Grazie ancora per la disponibilità e congratulazioni per la tua impresa! 

Grazie a te, dove posso leggere l’intervista che mi stai facendo?

– Su www.runlikeneverbefore, ma è solo in italiano!!

(ride e si dispera) aaah ok, allora la leggerò con un amico italiano!

Condividi su:
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •