Stralivigno 2015: la gara in Montagna che mi mancava.

La giornata perfetta. Sole e leggero vento. Un clima ideale per correre la 16esima edizione della Stralivigno, la competizione podistica interamente in altura organizzata da A.P.T. Livigno in collaborazione con l’Associazione sportiva dilettantistica Marathon Club Alta Quota.

Sabato pomeriggio, partenza alle ore 15. A sfidarsi sulla gara internazionale FIDAL, sulla 21 km non competitiva e sulla staffetta il numero record di 1.130 iscritti.

Tra di loro ci sono anche io, insieme a numerosi amici. Lucrezia, Jennifer, Manuela, Orazio, Tatiana, Maurizio, Lino, Dario e Chiara. Tutti pronti per affrontare i circa 21 km della corsa in Montagna più bella alla quale abbia mai partecipato (ma questo lo scoprirò soltanto dopo).

Primi km corsi interamente sulla ciclabile. Per assurdo sono i più duri e faticosi da affrontare. Un po’ di vento contrario e il leggero falso piano non aiutano. Non dimentichiamo poi di essere oltre i 1.800m di quota. Il fiato diventa corto in fretta.

Ma la vera gara in montagna inizia intorno al settimo km. Si esce dalla ciclabile e si inizia a percorrere un sentiero nei boschi. Un single-track bellissimo, molto divertente e poco impegnativo. Qui si può spingere un po’, e scopri quanto sia divertente correre a perdifiato su questi sentieri stretti.

Si attraversa qualche ruscello, si continua nel bosco. Fino al 13mo km, quando arriva lo strappo più tosto. Una pendenza davvero impegnativa, anche per i runner più esperti. Qui l’unica soluzione è piegarsi in avanti e appoggiare le mani sulle ginocchia, per togliere un po’ di peso dalla schiena e abbassare il baricentro.

La strada spiana un po’, anche se le salite impegnative non sono finite. Ai ristori sono molti bambini che aiutano i volontari e che ti allungano un bicchiere d’acqua o di sali. Molti fanno il tifo, tantissimi ti incitano: “dai che è quasi finita!”. Ma in realtà mancano ancora diversi km.

È solo quando mancano circa 3 km che la strada si allarga e inizia la discesa. Una lunga discesa. Per me faticosissima. Le ginocchia sono messe a dura prova, le caviglie urlano già da un po’. Faccio fatica a lasciar andare, sento male ovunque. Ma so che tenere duro è l’unica cosa che posso fare. E così faccio.

Il cartello dell’ultimo km mi sembra un miraggio, e tra camminata e corsa arrivo al traguardo, braccia al cielo e grande soddisfazione per aver portato a termine una gara così dura e impegnativa.

Dopo qualche minuto guardo la classifica provvisoria che è appesa su un muro poco distante dalla zona di arrivo: scopro che anche quest’anno la mezza maratona competitiva è stata dominata dai fortissimi corridori kenioti del team Run2together: Il vincitore Simon Kiruthi Muthoni, al suo esordio alla Stralivigno, ha infatti chiuso la gara in 1 ora 13’ e 44”. Al secondo posto Ronaldo Ngigi Kariuki (1 ora 14’ 02”), mentre Geoffrey Githuku Chege, vincitore della scorsa edizione, sale sul terzo gradino del podio (1 ora 17’ 17”). Il primo atleta italiano a tagliare il traguardo è stato Graziano Zugnoni (sesto posto – 1 ora 23’ 23”).

Tempi da fantascienza per una gara su asfalto, figuriamoci qui. A fianco dei top runner si sono messi in gioco anche tanti appassionati, che hanno potuto vivere l’emozionante esperienza di correre in altura partecipando alla 21 km non competitiva e alla staffetta a coppie. Il percorso, che si snoda lungo l’incantevole vallata di Livigno, ha preso il via e si è concluso presso Aquagranda Livigno Sport Fitness Centre, a quota 1816 metri.

Ma la nostra Stralivigno non finisce qui. Oggi tutti a pranzo insieme, ospiti di A.P.T. Livigno, che ci ha regalato un week-end da favola. E allora tutti in baita a mangiare affettati misti, pizzoccheri accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso.

In men che non si dica la Stralivigno rientra così nella categoria “Gare da rifare assolutamente”. È con gare come questa che si scopre un nuovo modo di correre e di apprezzare la natura.

Stralivigno 2015: la gara in Montagna che mi mancava.

Condividi su:
  • 154
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    154
    Shares
  • 154
  •  
  •  
  •  
  •