StraLivigno: Marco De Gasperi ci spiega il percorso

La StraLivigno è una gara unica. Circa 21 km immersi nella natura, tra sentieri, ciclabili, boschi e single-track.

E per conoscere al meglio il percorso e tutte le sue insidie questa mattina, insieme ad altri blogger e giornalisti, ho partecipato al giro di perlustrazione in compagnia di Marco De Gasperi, campione del mondo di corsa in Montagna.

Grazie al suo prezioso contributo abbiamo scoperto i punti chiave della gara, le salite più toste e le tecniche da utilizzare per affrontare le discese più ripide.

Marco è un grande campione, ma prima di tutto è un grande uomo. Con grandissima semplicità è riuscito a trasmettere tutta la sua esperienza e tutto il suo amore per la Montagna.

Bisogna imparare a conservare e dosare le energie per non cedere il passo nei tratti più impegnativi e ripidi.

Falcata corta, busto in avanti e mani sulle ginocchia per attaccare le salite oltre il 20% di pendenza e lasciare andare le gambe in discesa, anche qui inclinati in avanti per conservare la schiena e abbassare il baricentro.

Mentre scrivo mancano un paio d’ore alla partenza e il clima sembra reggere, anche se un nuvolone grigio ha fatto capolino all’orizzonte, dietro le Montagne.

Sarà una gara diversa dal solito, una gara dove non bisognerà guardare troppo l’orologio, cercando invece di godersi la natura e lo spettacolo unico che sa offrire.

La Montagna mi aspetta, ancora una volta, per regalarmi emozioni e nuova linfa vitale.

Ed io accetto l’invito, ad occhi chiusi, con un bel sorriso, mentre rivedo i sentieri che ho percorso e sento il profumo – inconfondibile – della Montagna.

Li riapro, un respiro profondo. Guardo le cime. Sono vivo. Sono pronto.

Condividi su:
  • 32
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    32
    Shares
  • 32
  •  
  •  
  •  
  •