#UnderArmourDay: il ritorno (in grande stile) di Under Armour in Italia

Under Armour è pronta a tornare. In grande, grandissimo stile. Una storia di successo che parte nel 1995 quando Kevin Plank, ex giocatore di football americano, ebbe l’intuizione di brevettare magliette particolari, da indossare sotto la divisa da gioco (da qui il nome Under Armour), che facilitassero una migliore traspirazione della pelle.

Nacque così la prima storica T-shirt tecnica Under Armour. Un brand aggressivo, coraggioso, che ieri nella sede di Bolzano di OberAlp – azienda leader nel mercato europeo della distribuzione – ha presentato il nuovo piano d’azione per l’Italia.

Accoglienza senza precedenti, viene consegnato a ognuno dei presenti un braccialetto con un sensore e ci viene chiesto di fare un breve test che consiste in tre salti consecutivi e uno sprint di una decina di metri.

Con tanto di tabellone, classifica e premiazioni finali. Questo è lo spirito di Under Armour. Energia e passione allo stato puro. Le stesse caratteristiche atleti e consumatori mettono nei loro allenamenti.

Under Armour ha un campionario di oltre 8.000 capi, adatti a qualsiasi condizione climatica che coprono tutti i segmenti dell’abbigliamento Performance e Training.

Grazie alla forte presenza sul mercato Italiano, OberAlp porterà Under Armour entro il 2020 ai primi posti tra i brand sportivi produttori di abbigliamento e scarpe.

Infatti Under Armour non è solo abbigliamento, ma anche calzature per l’allenamento e la corsa. I modelli da Running sono tutti dotati della tecnologia Charged Cushioning, che assorbe l’impatto della falcata e lo trasforma in energia, che viene rilasciata insieme all’inconfondibile comfort targato UA.

Aspettatevi di trovare la nuova linea Under Armour – di cui potete ammirare una piccola anteprima nella gallery fotografica – presso i migliori rivenditori sportivi (si parla anche di aperture imminenti di negozi monomarca – Brand House come amano chiamarli a Baltimora – clamorosamente belli!)

#IWILL

http://www.underarmour.it

Condividi su:
  • 41
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    41
    Shares
  • 41
  •  
  •  
  •  
  •