VeronaMarathon ha corso con il cuore a Parigi

La Veronamarathon ha regalato grandi emozioni. Una festa di colori che ha invaso le strade della città fin dalle prime ore del mattino in piazza Bra, la piazza della mitica Arena.

Tantissimi i partecipanti alla 42km, un totale di 6300 partecipanti tra maratona e Cangrande Half Marathon, con quest’ultima a fare da orgogliosa sorella minore (2662 finisher, la quinta mezza maratona in Italia per numero di arrivati).

In partenza a pochi istanti dal via è l’emozione a prendere il sopravvento con i top runners e tutti i partecipanti ormai schierati è il Sindaco della città Flavio Tosi insieme l’Assessore allo Sport Alberto Bozza a richiamare un minuto di silenzio e a stendere le bandiere di Francia, Italia ed Europea in commemorazione di quanto accaduto venerdì sera Parigi a confermare che lo sport e la maratona unisce i popoli e la pace. I 6mila maratoneti hanno corso con un adesivo a forma di cuore appositamente stampato nella notte con la scritta e l’hashtag ufficiale che ormai ha già fatto il giro del mondo #corroperparigi.

Partenza alle 9 in punto ed è subito gara, passi e asfalto, gambe e voglia di arrivare. Primo sul traguardo nella gremita piazza Bra è proprio il keniano Jackson Lokochol che va a vincere in 2h16’57” precedendo di soli 18” il marocchino Abdelhadi Tyar secondo in 2h17’15”. Completa il podio in 2h21’52” l’altro marocchino Benazzouz Slimani. Il primo italiano è anche il quarto assoluto, che termina la sua gara in 2h27’32” e si chiama Daniele Galliano.

Tra le donne ad avere la meglio è stata la più giovane e soprattutto più fresca Nikolina Sustic. 2h49’23” il tempo finale, mente la connazionale Marija Vrajic ha accusato 1’19” di ritardo chiudendo in 2h50’42”. Terzo posto per Silvia Luna, prima italiana al traguardo alle spalle della Vrajiic, dietro di un niente, solo 5” e un crono finale di 2h50’47”.

Nella 2° Cangrande Half Marathon entrano nell’albo d’oro Federico Polesana in 1h10’46 e Veronica Paterlini in 1h19’49” mentre è stata un successo anche la non competitiva Last 10 Veronamarathon, benefica con l’ausilio fondamentale di ben 16 Organizzazioni No Profit che ne hanno ricevuto i proventi ognuna per il loro scopo umanitario. Più di 5000 i partecipanti a quest’ultima distanza, chi correndo e chi invece al passo magari spingendo un passeggino oppure un cane al guinzaglio.

Il prossimo appuntamento con la corsa sulle strade veronesi è per la Paluani Christmas Run, la corsa col vestito di Babbo Natale che si disputerà il 20 dicembre, mentre con l’agonismo si tornerà ‘su strada’ il 14 febbraio con la Giulietta&Romeo Half Marathon.

Per la Veronamarathon, che l’anno prossimo festeggerà il 15esimo compleanno, già prevista la data da cerchiare in rosso sul calendario: domenica 20 Novembre 2016.

Condividi su: